Domenica, 17 Ottobre 2021
Economia

Agenzia forestale, i sindacati denunciano: "Manca personale e il parco mezzi e strumenti va rinnovato"

Le richieste alla Regione da parte delle Segreterie Regionali di Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil

I sindacati tornano a chiedere il potenziamento della pianta organica dell'Agenzia Afor - che ha sostituito nella manutenzione del verde le vecchie comunità montane - per dare un futuro alla struttura e programmare nuovi servizi. Da qui l'ennesima richiesta di risorse e di riorganizzazione alla Regione dell'Umbria. "E' necessario individuare - hanno spiegato le Segreterie Regionali di Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil - un numero di operai a tempo indeterminato, sicuramente superiore al numero attuale, presumibilmente vicino alle 600 unità, iniziando, come detto dagli attuali stagionali e che consentirebbe anche alla stessa agenzia di programmare il futuro delle attività con qualche certezza in più. Con la stessa certezza crediamo sia assolutamente necessario un piano di investimenti in mezzi; discorsi di efficienza, di produttiva e soprattutto di sicurezza, non possono essere affrontati, in nessun tavolo, se non si aggiorna in modo sostanzioso il parco mezzi e si continua a lavorare con mezzi oramai datati".

I sindacati hanno lanciato un incontro per dialogare con le istituzioni: "E’ nostra intenzione sviluppare queste idee come tutte le altre che abbiamo sul futuro dell’agenzia, attraverso il confronto; vorremmo concretizzare questa discussione già in una prossima assemblea pubblica, a cui chiederemo di partecipare il compente Assessore Morroni e la Presidente Tesei".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agenzia forestale, i sindacati denunciano: "Manca personale e il parco mezzi e strumenti va rinnovato"

PerugiaToday è in caricamento