menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turismo, il progetto della Regione: "Umbria crocevia degli itinerari ciclabili nazionali"

La Regione Umbria, insieme al Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti e alle altre Regioni, sta infatti disegnando la rete ciclistica nazionale Bicitalia

Una carta in più per rilanciare il turismo. E la annuncia l’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Enrico Melasecche: “L’Umbria sta diventando il crocevia degli itinerari ciclabili nazionali". E ancora: "La Regione Umbria, insieme al Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti e alle altre Regioni, sta infatti disegnando la rete ciclistica nazionale Bicitalia costituita da una rete di percorsi che toccano tutta Italia". L'assessore lo definisce "un piano ambizioso che sta diventando realtà e che chiama la nostra Regione a giocare un ruolo rilevante nel centro Italia, soprattutto in vista della definizione delle priorità in corso di definizione al tavolo del MIT, e al Vice Ministro Cancelleri abbiamo chiesto un impegno specifico con attenzione al successivo piano finanziario".

L’Umbria "sarà attraversata da nord a sud dalla Ciclovia del Sole, che costituisce anche l’itinerario europeo Eurovelo 7, che tocca le città principali di Bolzano, Verona, Bologna, Firenze e Roma; a questa si aggiunge una ciclovia che percorre la valle del Tevere da San Giustino a Perugia, proseguendo per Assisi e Spoleto", spiega la Regione.

E non finisce qui: "Nel piano – aggiunge l’assessore - troviamo inoltre ben tre attraversamenti est-ovest di cui il più a nord è costituito dalla Grosseto-Arezzo-Gubbio-Ancona, che si sviluppa lungo il tracciato della ex Ferrovia dell’Appennino Centrale, dismessa nel dopoguerra e sulla quale sono in corso i lavori di recupero ai fini ciclabili del tratto Umbertide-Gubbio-Fossato di Vico, con finanziamenti di 3 milioni di euro, 2 dalla Regione e 1 dalla Fondazione delle Casse di Risparmio dell’Umbria. C’è inoltre la ciclovia Monte Argentario-Civitanova Marche, che nella nostra regione attraversa i territori di Orvieto, Todi, Perugia, Assisi, Foligno, per proseguire verso Colfiorito e Macerata lungo l’asse della SS 77 Val di Chienti, e per la quale, in accordo con la Regione Marche, siamo fiduciosi di poter raccogliere le risorse necessarie al suo completamento".

L’altro collegamento nazionale "è costituito dalla ciclovia Civitavecchia-San Benedetto del Tronto che in Umbria si sviluppa lungo l’asse del Fiume Nera da Otricoli a Narni, Terni, Cascata delle Marmore, Sant’Anatolia di Narco, dove si connette alla ex Ferrovia Spoleto-Norcia per proseguire verso Ascoli Piceno".

In Umbria, conclude Melasecche, "abbiamo i progetti attualmente in corso di completamento, come la pista ciclabile Foligno-Casevecchie (di collegamento con la ex ferrovia Spoleto-Norcia), la Ciclovia del Nera da Sant’Anatolia di Narco alla Cascata delle Marmore e la ciclovia Umbertide-Gubbio-Fossato di Vico, insieme ai tratti già in esercizio (Tevere, Trasimeno), che ci aiuteranno a ben posizionarci nella scala delle priorità nazionali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento