Trafomec, lavoratori in guerra: "Basta umiliazioni, presidio permanente al Broletto"

Mercoledì 14 gennaio tavolo di confronto tra sindacati, Regione e Trafomec Europe. Indetto per quel giorno anche uno sciopero di otto ore

Una soluzione da trovare. Subito, perché la situazione è drammatica. E al limite dell’assurdo. Un tavolo per provare a svoltare la situazione. Più un presidio permanente al Broletto a Perugia e uno sciopero di otto ore. E’ questa la decisione emersa dalle assemblee sindacali con i dipendenti e gli ex dipendenti Trafomec di Tavernelle dopo la sentenza del Tribunale di Milano che ha dichiarato il fallimento di TrafoItalia.

A sedersi al tavolo di confronto, convocato d’urgenza dai sindacati, la Regione dell’Umbria, il sindacato e i rappresentanti di Trafomec Europe, azienda attualmente proprietaria del sito produttivo di Tavernelle, che ha raggruppato i precedenti poli industriali del gruppo e garante dell’accordo sottoscritto nel maggio 2014. Quello che doveva garantire lavoro. E invece nulla.
“Le assemblee dei lavoratori  - scrivono i sindacati, Fiom Cgil - Fim Cisl e Ugl - all’unisono hanno espresso con nettezza la pretesa, senza alcuna ambiguità, del rispetto di tale accordo, che si basa su due punti fondamentali: l’assunzione a tempo indeterminato di 120 dipendenti, provenienti dai vari stabilimenti, e il pagamento dei crediti spettanti ai lavoratori”.

Il giorno dell’incontro, mercoledì 14 gennaio, i lavoratori formeranno un presidio permanente sotto i palazzi della Regione al Broletto. Il presidio sarà accompagnato da uno sciopero di 8 ore per consentire la partecipazione anche dei lavoratori attualmente occupati nel sito. “I lavoratori  - sottolinenano le sigle - non scioglieranno il presidio fino a quando la delegazione sindacale non scenderà dal palazzo della Regione con la garanzia del pagamento di tutte le spettanze arretrate e della concretizzazione delle assunzioni concordate”. Perché? Perché “l’azienda deve capire che i lavoratori non sono più disponibili a subire ulteriori umiliazioni, la protesta proseguirà fino al pieno raggiungimento degli obiettivi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento