Domenica, 19 Settembre 2021
Economia

Una cabina di regia regionale per affrontare le questioni della coltivazione del tabacco

La proposta dell'assessore regionale Morroni: "Definire un percorso che garantisca prospettive certe e coerenti con il rilievo che esprime il settore"

Una cabina di regia regionale per il tabacco che unisca le istituzioni, tutti gli attori della sua filiera e i portatori di interesse. E' quanto ha proposto l’assessore all’Agricoltura della Regione Umbria, Roberto Morroni, che ieri ha riunito in videoconferenza i sindaci dei Comuni a vocazione tabacchicola, i parlamentari umbri, i rappresentanti delle associazioni agricole e dei tabacchicoltori, dei produttori e dei trasformatori, delle organizzazioni sindacali di categoria, raccogliendo apprezzamento e condivisione sull’obiettivo di un lavoro comune a sostegno di un comparto strategico.

"Siamo mossi dalla volontà di definire un percorso che garantisca prospettive certe e coerenti con il rilievo che esprime il settore del tabacco – ha detto l’assessore Morroni – che in Umbria assume una valenza decisamente importante sotto il profilo storico, economico, occupazionale e ambientale e che ha dimostrato di sapersi innovare e trasformare nella direzione della qualità e della sostenibilità. Un settore chiamato a fronteggiare le sfide inerenti la crescente competizione internazionale sui mercati e i mutamenti dei consumi; fattori critici da gestire per salvaguardare reddito e lavoro e per delineare scenari di nuovo sviluppo".

L’assessore Morroni, nell’esprimere grande soddisfazione per la partecipazione al webinar e per la convergenza espressa sugli obiettivi dell’Assessorato, ha annunciato che a luglio verrà convocata la prima riunione operativa della cabina di regia sul tabacco. In tale occasione verrà presentato un pacchetto di proposte sul quale avviare il confronto utile a delineare le linee di intervento garanti del futuro dell’attività tabacchicola dell’Umbria.

"La cabina di regia – ha aggiunto Morroni – vuole dare vita a un impegno corale a difesa del settore e delle sue prospettive, impegno da portare avanti anche in raccordo con le altre Regioni vocate alla coltivazione del tabacco. L’Umbria può e deve svolgere un ruolo da capofila a livello nazionale, favorendo le più ampie sinergie e per fare massa critica nell’interlocuzione con il Governo centrale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una cabina di regia regionale per affrontare le questioni della coltivazione del tabacco

PerugiaToday è in caricamento