LO STUDIO "La nuova ferrovia Terni-Fossato? Una svolta economica". Boom di posti di lavoro, aumento anche della popolazione

Il sistema economico umbro potrebbe trarre molto giovamento dalla riqualificazione in Alta Velocità di Rete (AVR) della linea Roma - Ancona

L'Agenzia Umbria Ricerche ha effettuato un importante studio economico sugli effetti (positivi) economici che deriveranno dal raddoppio della ferrovia da Terni a Fabriano, approvato finalmente dal Governo Conte ma con ancora tanti dubbi in corso: copertura economica e tempi su appalto e sulla conclusione dei lavori. Ma di cosa stiamo parlando a livello tecnico? Dividiamo l'alta velocità - simil - umbra in due tronconi. Il primo: Il raddoppio della tratta Foligno-Fabriano è da realizzarsi in variante di tracciato e in galleria, per una estesa complessiva di 54 km, di cui solo circa 6 km nel territorio della Regione Marche, dal confine con l’Umbria, situato nella galleria di Fossato di Vico, fino alla stazione di Fabriano. Sono previsti 10 viadotti, per circa 6 km, 9 gallerie naturali per uno sviluppo complessivo di circa 30 km.  

I nuovi raggi di curvatura previsti per la tratta sono tali da consentire una velocità di linea tra i 110 e i 200 km/h (contro un massimo di 300 chilometri dell'Altsa Velocità). Il costo dell’opera è stimabile in circa 1.920 milioni di euro. Seconda tratta: Il raddoppio della Terni-Spoleto ricade per intero nel territorio umbro e consiste nella “realizzazione di una nuova linea ferroviaria a semplice binario con tracciato diverso da quello della linea attuale, che costituisce un collegamento diretto, quasi interamente in galleria, tra le stazioni di Terni e Spoleto, di lunghezza pari a circa 22 km”. Il costo dell’opera è stimabile in circa 580 milioni. 

Insomma un investimento mostruoso per il territorio umbro stimabile in 2 miliardi 500milioni di euro. Lo studio dell'Agenzia, effettuato dal direttore Giuseppe Coco, cerca di capire come questa cifra possa tradursi in posti lavoro, aumento del Pil, opportunità e persino incremento di popolazione. "Se ipotizziamo che 1 Mln di euro - ha scritto il direttore favorisce la crescita degli occupati tra 12 e 16 unità, allora l’investimento di 500 Mln di € ogni anno potrebbe generare il seguente impatto: Stando alle ipotesi fatte la nuova occupazione potrebbe far registrare numeri davvero molto interessanti e compresi tra le 6.000 e le 8.000 unità". Importanti potenziali passi avanti anche per il Pil: potrebbe assumere valori annuali molto significativi e compresi tra 1 Mld e 2,5 Mld di € a fronte di un investimento di 500 Mln di €. "La cantierizzazione del raddoppio - ha spiegato Coco -  del tratto umbro della Roma-Ancona potrebbe generare quello scossone di cui ha bisogno il sofferente sistema economico umbro. Certo, i 2,5 Mld di € di risorse necessari per la realizzazione delle due opere non sono poca cosa". 

Le conclusioni dello studio spiegano meglio la scossa ipotizzata: incrementi della popolazione che possono arrivare anche ad un +20%; incrementi dell’occupazione fino al +10%; aumenti dei flussi turistici anche molto consistenti in quanto le reti agiscono direttamente sullo sviluppo delle destinazioni; incrementi significativi del valore degli immobili commerciali e residenziali situati entro un certo raggio: incrementi del Pil anche fino +8%. ù

"Ritornando al caso umbro - ha concluso Coco -  l’eliminazione dei colli di bottiglia che si hanno tra Terni e Spoleto e tra Foligno e Gualdo Tadino (Fabriano) sarebbe la “grande occasione” per far diventare il territorio regionale parte di una rete ricca di opportunità di collegamento. Una rete in grado di accogliere potenzialmente anche oltre 100 treni al giorno. Una rete capace di connettere in modo veloce, ad esempio, Terni-Spoleto-Foligno con città dai grandi flussi turistici come Venezia e Napoli e non da ultimo di configurarsi come uno snodo (hub) commerciale strategico tra il Tirreno e l’Adriatico, tra Gioia Tauro e Porto di Marghera".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento