menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

SPECIALE EUmbria - Sviluppo rurale dell’Umbria: è operativo il bando dell’Unione Europea per le imprese

Articolo realizzato nell’ambito del Progetto FISE- Europe Direct Terni – Comune di Terni – Università di Perugia, con il cofinanziamento della Commissione Europea".

eumbria_logo-3

*********************************

Pubblicato a dicembre 2018 il bando regionale sullo sviluppo rurale; le domande dovranno essere presentate entro il prossimo 19 marzo. Più precisamente, si tratta del bando della Regione Umbria a valere sul Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR) 2014-2010 relativo all’agricoltura e allo sviluppo rurale. Il testo del documento è disponibile su questo sito: https://www.regione.umbria.it/la-regione/bandi.

La notizia ci è stata segnalata dall’Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea: APRE Umbria, ospitata dall’Agenzia Umbria Ricerche. Si tratta di un importate presidio che diffonde sul territorio i programmi europei e nazionali di ricerca, sviluppo e innovazione. Quelle che seguono sono ulteriori informazioni fornite dall’APRE ed utili per chi fosse interessato a presentare la domanda sul bando segnalato.

L’iniziativa si inserisce nel programma di sviluppo rurale finanziato dalla regione Umbria (e con il quale la UE sostiene le iniziative in tema ambientale e sociale per quanto riguarda le zone rurali). I progetti dovranno essere presentati da enti e altri soggetti intenzionati a dare vita a “Gruppi Operativi del Partenariato Europeo per l’Innovazione in materia di produttività/sostenibilità dell’agricoltura” (così recita la misura 16- Cooperazione - sottomisura 16.1- Sostegno per costituzione e gestione). I progetti presentati dai partenariati saranno selezionati per dare vita ad una rete che attui e gestisca un progetto di innovazione nell’ambito di una delle tematiche individuate dalla Giunta Regionale. Nello specifico, l’attivazione di nuovi strumenti di prevenzione che determinano gravi danni alle produzioni zootecniche regionali.

I destinatari del bando sono: Imprese, enti privati e associazioni, a patto di essere in possesso dei requisiti richiesti. E’ poi indispensabile la costituzione di un partenariato nella forma di poli d’innovazione, che includa almeno un’impresa agricola/agroalimentare/forestale e un organismo di ricerca, in modo da creare un gruppo operativo finalizzato alla realizzazione di un progetto innovativo.

Sostegno, sviluppo e rafforzamento sono le parole chiave che descrivono le finalità del bando. Sostegno dell’innovazione per le filiere agroalimentari, da realizzare attraverso la prevenzione ed il miglioramento nelle produzioni animali e garantendo al contempo la loro tracciabilità e certificazione di qualità. Lo sviluppo di un modello innovativo per l’uso efficiente delle risorse idriche contro i rischi legati ai cambiamenti climatici e ai persistenti periodi di siccità. E, in ultimo, il rafforzamento della competitività delle filiere per accrescere nei consumatori la consapevolezza sulla qualità dell’olio DOP Umbria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento