menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il vescovo Boccardo a capo della Ceu

Il vescovo Boccardo a capo della Ceu

Dove finisce l'8 per mille dei fedeli umbri dato alla Chiesa di casa nostra? Ben 22 milioni di euro nel 2018

I primi dati prima della presentazione ufficiale del bilancio annuale delle Diocesi Umbre prevista pr il 23 novembre

Qualcosa come 22milioni di euro: sono i soldi targati 2018 raccolti dall'8 per mille dalla Chiesa Umbra, divisa in 8 diocesi. Ma come sono stati spesi i soldi dei fedeli che, il 23 novembre, saranno rendicontati con storie e iniziative? Ecco le voci ufficiali delle aree di spesa: 8.878.133,19 euro per il sostegno dei sacerdoti, 5.038.602,39 euro per l’edilizia di culto, 3.982.221,13 euro per il culto e la pastorale e infine, la voce per la carità, 3.837.829,15 euro.

Secondo la Chiesa Umbria i fondi, quelli destinati ai beni materiali e valori sociali, sono serviti per il sostegno allo studio, campi estivi, oratori, sport, formazione, settore alimentare delle Caritas, Progetto Policoro per il sostegno dei giovani nel mondo del lavoro.  «Il documento – ha spiegato il coordinatore di Sovvenire Umbria diacono Giovanni Lolli -  mostra come nelle nostre diocesi sono stati utilizzati concretamente i fondi dell’8xmille, ma non riesce a quantificare in modo altrettanto preciso quale è stato l’utile prodotto da queste spese nella nostra regione. L’opera della Chiesa ha creato, nel suo moto di carità, opportunità di sviluppo e crescita per la società civile. Documentare questo di più, quantificarlo in cifre non è facile, perché quanto appare facile da capire con l’intuizione e il buon senso non è altrettanto facile da misurare con i numeri».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento