menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il settore dell'agricoltura sempre più importante, nuovi corsi di formazione in arrivo per i giovani

Nel progetto è previsto il coinvolgimento di una o più aziende leader nel settore presso le quali alcuni studenti potranno realizzare un’esperienza lavorativa in cui mettere a frutto quanto appreso con le attività del progetto

Il livello “sempre elevato d’infortuni nel settore dell’agricoltura, il cui indice di frequenza è maggiore rispetto a quello dei settori Industria e Terziario, rende necessario un grado d’attenzione mirato a individuare soluzioni efficaci per circoscrivere il fenomeno e a selezionare strumenti più idonei a ridurre i rischi lavorativi, anche attraverso azioni di formazione destinate al mondo della scuola”. È per circoscrivere il fenomeno degli infortuni in agricoltura, radicando la cultura della prevenzione a partire dai giovani, oggi studenti e domani lavoratori, che è stato firmato stamani a Palazzo Donini un protocollo d’intesa per il progetto “Più prevenzione e sicurezza in agricoltura attraverso i giovani” fra Regione Umbria, Inail, Erba-Ente regionale bilaterale agricolo dell’Umbria e gli Istituti Agrari gli Istituti Agrari “Ciuffelli” di Todi, “Patrizi-Baldelli” di Città di Castello, “Valnerina” di Sant’Anatolia di Narco.

A sottoscrivere il protocollo, di durata triennale, sono stati l’assessore all’Agricoltura Fernanda Cecchini, per la Regione Umbria; il direttore reggente Alessandra Ligi per l’Inail Direzione territoriale Perugia-Terni; il presidente Pierluigi Bruschi, per il Cocopro (Comitato consultivo provinciale) dell’Inail di Perugia,; il presidente Rufo Ruffo per “Erba” Umbria; il dirigente scolastico Anna Rita Benedetti (Iis “Patrizi-Baldelli-Cavallotti” di cui fa parte l’Agrario “Patrizi- Baldelli”), il professor Giampiero Scassini (in rappresentanza del dirigente scolastico Marcello Rinaldi dell’Iis “Ciuffelli-Einaudi” di cui fa parte l’Agrario “Ciuffelli”) e la professoressa Alessandra Catterini (in delega di Rossella Lopa, dirigente scolastico dell’Istituto omnicomprensivo Cerreto di Spoleto-Sellano di cui fa parte l’Agrario Statale “Valnerina”).

Nel progetto è previsto il coinvolgimento di una o più aziende leader nel settore presso le quali alcuni studenti potranno realizzare un’esperienza lavorativa in cui mettere a frutto quanto appreso con le attività del progetto. “Un protocollo importante – ha sottolineato l’assessore regionale Cecchini – con cui vogliamo rafforzare le nostre azioni, agendo sulla formazione dei giovani nelle scuole, per la prevenzione e la sicurezza in agricoltura. Continuiamo a perseguire questo obiettivo prioritario anche attraverso le misure e gli interventi della programmazione per lo sviluppo rurale 2014-2020, nelle quali sono previste premialità per quelle imprese che innovano e rendono più sicure le proprie attività”. “Investiamo sui giovani quali cittadini e futuri lavoratori” ha rilevato il direttore dell’Inail, Alessandra Ligi, ripercorrendo il percorso di costruzione del progetto, nato da una valutazione della realtà del lavoro in agricoltura e dei suoi rischi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento