Perugina, la cassa integrazione è iniziata: i primi 50 mandati a casa

La cassa integrazione è prevista per due mesi, poi si parla di ferie forzate e poi potrebbero partire i contratti di solidarietà. Rsu e Nestlè insieme per ridurre al massimo gli effetti sugli stipendi

E' iniziata ufficialmente oggi - 3 marzo - la cassa integrazione alla Perugina dello stabilimento Nestè di San Sisto. Il primo provvedimento riguarda 50 lavoratori che saranno costretti a stare a casa con la formula della cassa a zero ore per tutta la settimana. A turno toccherà a tutti e 867 dipendenti per cercare di arginare il più possibile gli effetti della crisi sugli stipendi.

"Il nostro obiettivo - ha spiegato Michele Greco, Rsu della Perugina - è quella di gestione condivisa con l'azienda e faremo verifiche sulla cassa integrazione per fare in modo che non riguardi sempre gli stessi dipendenti ma venga distribuita su una base più ampia possibile".

La Nestlè ha fatto ricorso a questo strumento a causa del periodo di calo produttivo, ma la situazione sarebbe leggermente peggiore al passato dove si è comunque attuata questa formula. La cassa integrazione è prevista per due mesi, poi si parla di ferie forzate e poi potrebbero partire i contratti di solidarietà

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Vincita da 1 milione al Gratta & Vinci. Gli appassionati della Smorfia ne ricavano 5 numeri per sbancare il lotto

  • Magione, estate al Laguna Park: una vera "Trasimenide" all'insegna di relax, natura e divertimento

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino dell'8 agosto: dieci nuovi positivi

  • Università di Perugia, due nuovi corsi di laurea magistrale: Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell'Ambiente e Geology for Energy Resources

  • "A Norcia 53 immigrati positivi al Covid19": la bomba sganciata in prima serata. Poi la dura smentita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento