Il vino dell'Umbria alla conquista del mondo: il Sagrantino incanta tutto il Canada

Il nettare di Montefalco entra nel mercato della regione dell'Ontario tra gli applausi. Nei prossimi giorni la delegazione canadese visiterà diverse cantine produttrici

Dall’Umbria al resto del mondo. Per vincere. “Il mercato canadese è abituato a generare processi lenti ma stabili e costanti nel tempo e il vino umbro, in particolare il Sagrantino, sta entrando in questi processi. E’ ormai presente in Canada e registriamo un costante interesse da parte degli appassionati dei vini di qualità”.
Non è una brochure pubblicitaria, ma la dichiarazione del responsabile della regione dell'Ontario del Liquor Control Boards, il Monopolio di Stato canadese, nell'incontro a Palazzo Donini a Perugia con l'assessore regionale Fernanda Cecchini, più il rappresentante della Camera di Commercio italiana in Ontario.

Insomma, l’Umbria sa come incantare e conquistare il mondo. La delegazione canadese visiterà nei prossimi giorni diverse cantine produttrici, soprattutto nella zona di Montefalco, anche per illustrare regole e modalità utili per promozione e commercializzazione del vino umbro.
L'incontro rientra in un progetto di promozione e commercializzazione avviato lo scorso anno dal Consorzio di tutela dei vini di Montefalco e sostenuto dalla Regione. Il Monopolio canadese è responsabile esclusivo della commercializzazione dei vini e degli alcolici in Canada, come organo governativo che acquista direttamente i vari vini nel mondo e provvede poi allo stoccaggio e alla distribuzione dei prodotti. La legge federale canadese impone infatti che i dieci liquor board esistenti agiscano come primi importatori di vino e bevande alcoliche. Morale: il Monopolio canadese - in pratica - è il più grande acquirente al mondo.

“L'azione avviata in Ontario dal Consorzio di tutela dei vini di Montefalco – spiega l’assessore Cecchini - rientra perfettamente nella politica che la Regione sta portando avanti per la promozione di suoi prodotti e del vino in particolare e per l'Umbria è sicuramente importante che il Monopolio dell'Ontario canadese che si occupa dei vini di qualità abbia accettato il nostro invito, visto anche che è molto difficile riuscire a creare contatti diretti di questo genere. Ed anche questo è un segnale del buon lavoro che Regione e aziende stanno compiendo”. E ancora: “In Canada il Sagrantino è ormai classificato tra i ‘superiori’ insieme a vini 'storici' come il Brunello o il Chianti che ovviamente sono presenti in quel mercato da diversi anni e fanno registrare numeri nettamente superiori. Ma l’impegno della Regione - chiude l'assessore - è molto determinato per guadagnare nel piu' breve tempo possibile maggiori spazi nel mercato mondiale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo e freddo, prima nevicata dell'inverno 2019: il bollettino e le aree che saranno imbiancate

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • Aereo guasto atterra e si schianta, morti e feriti: la super esercitazione all'Aeroporto di Perugia

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Tragedia a Mantignana: muore pedone investito da un'auto, inutili i soccorsi

  • Scontro tra bus e auto, un ferito a Todi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento