rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Economia

Ricerca del Centro studi ImpresaLavoro: ecco quanti dipendenti pubblici operano in Umbria, leader nel Centro Italia


L'Umbria, pur essendo la più piccola delle regioni del Centro Italia, è quella però con il maggiore numero di assunti nella pubblica amministrazione. Lo conferma la ricerca del Centro studi ImpresaLavoro dell’imprenditore Massimo Blasoni su elaborazione di dati OPI (Osservatorio su Politica e Istituzioni) e RGS (Ragioneria Generale dello Stato). La nostra regione con 10,7 impiegati statali ogni 1000 abitanti è avanti a Toscana 10,1, a seguire Marche 9,8 (anche Abruzzo 9.8). A livello nazionale si classifica al decimo posto a livello nazionale. 

Dalla ricerca si evince che le Regioni con il maggior numero di dipendenti pubblici in rapporto agli abitanti siano Valle D’Aosta, Trentino-Alto Adige e Sicilia, a dispetto del diffuso cliché che dipinge le zone del Meridione come aree per eccellenza ad alta diffusione di assunzioni nel settore pubblico. Queste tre regioni sono seguite poi da Liguria, Lazio, Sardegna, Friuli-Venezia Giulia e Calabria, tutte sopra la media italiana che si attesta a 11,0 dipendenti pubblici per 1000 abitanti.
Agli ultimi posti di collocano la Puglia (7,5), il Piemonte (8,5) e il Veneto (8,8).

Dove lavorano i dipendenti della PA?
Secondo i dati forniti dalla Ragioneria Generale dello Stato, nel 2021 i quasi 3.250.000 dipendenti della Pubblica Amministrazione sono inseriti per la maggior parte nei comparti inerenti l’ “istruzione e ricerca” (1.276.205 di personale dipendente) e “sanità” (669.990 unità di personale assunto). A questi due comparti che assorbono la maggiore forza lavoro statale, seguono i comparti di “personale in regime di diritto pubblico” impiegato in vari enti e partecipati (565.926), “funzioni locali” (486.198), “funzioni centrali” (206.119) e, infine, “comparto autonomo o fuori comparto” (44.899).


E nel resto dell’Europa? Ma come siamo posizionati rispetto agli altri Paesi dell’Eurozona?
Considerando i Paesi a noi comparabili demograficamente e socialmente, ovvero Francia, Regno Unito, Spagna e Germania, si rilevano almeno due aspetti significativi. Primariamente, in valori assoluti l’Italia risulta lo Stato, fra i citati, che ha meno dipendenti pubblici (il primo la Francia con 5.662.000 unità impiegate).
Il secondo dato di interesse ci rivela che l’Italia è all’ultimo posto, tra i comparables, per il numero di occupati nella Pubblica Amministrazione sul numero dei residenti. Infatti, il nostro Paese conta il 5,5% di dipendenti pubblici sul totale della popolazione residente. Nella classifica, invece, primeggia di nuovo la Francia con ben l’8,3% di dipendenti pubblici sul totale della popolazione, seguita dal Regno Unito (all’8,0%), dalla Spagna (7%) e dalla Germania (6%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricerca del Centro studi ImpresaLavoro: ecco quanti dipendenti pubblici operano in Umbria, leader nel Centro Italia

PerugiaToday è in caricamento