menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il concorso diventa una lotteria: in 32mila per 94 posti a tempo determinato in Regione

Sono esattamente 31.909 le domande che, alla mezzanotte di ieri, 4 novembre, (termine di scadenza indicato dal Bando), sono pervenute per il concorso bandito dalla Regione Umbria

Un esercito. E tutti a contendersi una manciata di posti di lavoro. Sono esattamente 31.909 le domande che, alla mezzanotte di ieri, 4 novembre, (termine di scadenza indicato dal Bando), sono pervenute per il concorso bandito dalla Regione Umbria relativo al Piano di rafforzamento amministrativo (Pra) per la programmazione comunitaria 2014-2020 con cui si attiva la selezione pubblica per 94 assunzioni per la durata di tre anni a supporto delle azioni e funzioni della Regione, enti, agenzie e società strumentali regionali nell’ambito dell’attuazione dei programmi operativi finanziati dai fondi europei (Fesr, Fse e Feasr).
“In realtà – ha affermato l’assessore regionale alle Risorse Umane, Antonio Bartolini – saranno ben 11 i concorsi che si svolgeranno, visto che per ogni profilo richiesto ci sarà una autonoma selezione”.

Quindi, per grandi linee, 339 candidati per ogni singolo posto. Per i dettagli, invece, ci pensa la nota della Regione Umbria. “I posti da ricoprire sono quelli di 2 istruttori per l’informatica (688 domande), 5 istruttori tecnici cat.C (2.441), 7 istruttori contabili cat.C (2.330), 9 istruttori amministrativi cat.C (9.010), 10 istruttori direttivi amministrativi (5.874), 5 istruttori direttivi per gli ambiti dell’informatica (237), 8 istruttori per l’ambito giuridico (4.201), 12 per l’ambito contabile (2178), 10 per l’ambito economico-finanziario (1.492), 11 per l’ambito tecnico-professionale (2.532) e 15 istruttori direttivi tecnico-agronomo (926)”.

“Nonostante l’altissimo numero di domande pervenute –  sottolinea l’assessore regionale alle Risorse umane, Antonio Bartolini - è intenzione della giunta regionale di procedere con lo svolgimento dei concorsi e terminare entro primavera 2016 la fase di preselezione. Con questo strumento certamente possiamo offriamo un’opportunità importante ai giovani: è una risposta rapida e concreta per una generazione che ha capacità e talento, ma fatica ad affacciarsi al mondo del lavoro”.


E ancora: “Il Piano di rafforzamento amministrativo è tra gli adempimenti richiesti dalla Commissione Europea per migliorare le performance in materia di gestione ed efficacia dei finanziamenti comunitari, con il chiaro intento di agevolare lo sviluppo regionale e il tessuto economico locale. I posti messi a bando, vincolati alle indicazioni della Commissione Europea sono finanziati da fondi strutturali europei. Proprio in questi giorni – ha concluso l’assessore Bartolini - stiamo individuando le sedi idonee per lo svolgimento delle prove. Le procedure di selezione, saranno comunicate con avviso pubblico nella Gazzetta Ufficiale, nel Bollettino Ufficiale ed attraverso l’apposito canale del portale della Regione Umbria (www.regione.umbria.it)”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento