Solo un quinto delle famiglie povere in Umbria otterranno il reddito di cittadinanza: ecco gli ostacoli riscontrati

Lo studio dell'Agenzia Umbra Ricerche permette di fare un primo bilancio sul sussidio previsto dal Governo. I più penalizzati stranieri e famiglie numerose

I dati Inps aggiornati al 31 maggio sul reddito di cittadinanza suggeriscono un calo delle presentazioni delle domande rispetto al fermento iniziale, tanto che si prevede che il reddito di cittadinanza verrà alla fine dei conti “percepito da poco più della metà delle famiglie risultanti in condizioni di povertà assoluta (1,8 milioni) e da un terzo di quelle in povertà relativa (circa 3 milioni)”.

In Umbria, considerando le domande fin ora accolte (7.265) e l’andamento stimato, il numero di famiglie che percepirà il sussidio potrebbe non superare di molto le 10 mila (l’1,46% circa dei sussidi distribuiti in Italia), che corrisponde per altro a solo un quinto delle famiglie relativamente povere della regione, su un totale di oltre 50 mila.

Le motivazioni, secondo l'Agenzia umbria ricerche, sono principalmente tre: la già consolidata rete di sostegno familiare presente in Umbria, l’incidenza non indifferente di immigrati residenti, in condizioni di enorme disagio economico, che comunque restano svantaggiati dal vincolo della residenza decennale, e l’abbondanza di famiglie numerose, che contano più di quattro componenti (infatti rispetto al 4,4% del nord risultano invece il 5,3%), e che “sono anche le più povere” (il 22,6% della popolazione in povertà assoluta e il 47,4% in povertà relativa). 

Uno studio dell’Osservatorio sui conti pubblici italiani dell’Università Cattolica ha riscontrato che sono proprio le famiglie più numerose a essere più svantaggiate dai requisiti necessari ad ottenere il sussidio, a differenza dei single. Infatti, secondo questo studio, quanto più aumenta il numero dei componenti di una famiglia, tanto più aumentano le difficoltà di ottenere il reddito di cittadinanza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Nuovo concorso pubblico: 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Elezioni regionali, nuovo sondaggio sull'Umbria: Tesei avanti su Bianconi, la forbice e il numero degli indecisi

  • La Cena degli Sconosciuti arriva a Perugia: come funziona

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Follia sul treno: ha il biglietto, ma picchia lo stesso il controllore

Torna su
PerugiaToday è in caricamento