Recessione da pandemia, i dati di ottobre e novembre da una ricerca Confimprese

Anche in Umbria, come nel resto d'Italia, crollano i consumi nella ristorazione, nell'abbigliamento e nel non food, maglia nera al settore viaggi. Pesa sui bilanci negativi il pessimismo

Sebbene la forte recessione dovuta alle restrizioni imposte dal Governo a molte attivita produttive e commerciali sia evidente, a confermare l'autunno nero dell'economia italiana arrivano anche i dati dell’Osservatorio permanente sull’andamento dei consumi nei settori ristorazione, abbigliamento e non food elaborato da Confimprese-EY.

I dati attestano infatti ancora un severo calo dei consumi a ottobre rispetto al 2019 con un -24,7%, in peggioramento rispetto al -13,5% di settembre. Il progressivo annuo 2020 vs 2019 si attesta così a -33,5%.

I settori più colpidi dallla recessione sono a livello nazionale la ristorazione a -27,2%, ma anche l’abbigliamento con -26,5%; il non food contiene i danni con un -12,2%. Maglia nera dei consumi il settore dei viaggi, con -64,6% nel mese e -60,3% sul progressivo anno.

Inoltre, da una flash survey del centro Studi Confimprese emerge che nelle prime 2 settimane di novembre le politiche restrittive impattano fortemente sulle performance del comparto retail ristorazione e non food. Si accentuano le criticità del settore ristorazione con un trend fortemente negativo nelle vendite e una flessione media del -46,7% rispetto al periodo corrispondente del 2019. L’abbigliamento e accessori vede contrarsi le vendite del -48%, il non food limita i danni con un calo delle vendite pari al -19,3%. Male anche le rilevazioni nei centri commerciali, che evidenziano un calo degli ingressi rispettivamente del 51% nella prima settimana di novembre con ulteriore aggravamento al 60% nella seconda, cosa che fa presagire un fine mese ancora più negativo.

Il tasso di recessione in Umbria

Sulle rilevazioni ottenute all’Osservatorio permanente Confimprese-EY,  pesa anche il pessimismo dovuto al susseguirsi delle restrizioni territoriali, che blocca i consumi ed è indice di una situazione economica difficile.

La nostra regione, con una percentuale della recessione pari al -27,4%, si attesta fra quelle al di sotto della media italiana, che registra tassi di diminuzione dei consumi fino al -31,5 %.

(Tabelle e grafici daEy.com)

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento