Economia

Un aiuto dal "basso", raccolta fondi di Legambiente per sostenere le imprese del turismo

Il terremoto prima e l'emergenza sanitaria poi, hanno messo a dura prova alcune preziose realtà della nostra Umbria. Ecco i progetti

Un aiuto dal “basso” per dare sostegno alle imprese e alla ripartenza del turismo rurale e sostenibile nell’area del cratere. Dopo il lancio della campagna di crowdfunding “Alleva la speranza” promossa da Legambiente ed Enel per aiutare allevatori e apicultori delle zone ferite dagli eventi sismici del 2016-2017, ora la raccolta fondi è stata allargata anche alle aziende operanti nel settore turistico extralberghiero. Realtà che hanno subito ulteriori perdite del proprio fatturato anche a causa degli impatti negativi causati negli ultimi mesi dall’emergenza Covid-19.

Mission della campagna, è quella di promuovere il patrimonio naturalistico e paesaggistico, le risorse idriche ed energetiche, la biodiversità e la qualità dei prodotti impiegati nei servizi di ristorazione o nella vendita diretta.

Possono partecipare (dal 10 agosto al 13 settembre)  le aziende con sede sociale nelle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, che hanno subito danni o perdite economiche a causa degli eventi sismici 2016-2017 o dell'emergenza covid-19, condotte da under 35 o imprese familiari con giovani attivamente impegnati. La domanda di partecipazione può essere inviata attraverso il form disponibile a questo link allegando - dove possibile - i documenti utili ad attestare i requisiti richiesti. In caso di candidatura nell’ambito dell’emergenza covid-19 occorre allegare documenti che attestino un ammontare del fatturato registrato al mese di giugno 2020 inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato registrato al mese di giugno 2019, con esclusione delle imprese che operano in una delle zone colpite da eventi sismici e metereologici tra il 2016 e il 2017. Le domande saranno valutate sulla base di tre criteri: l'ordine di arrivo, la regione di appartenenza e le finalità della donazione che s'intende ottenere attraverso la campagna "Alleva la speranza+".

“Le aree colpite dal terremoto - spiega Enrico Fontana, coordinatore della campagna per Legambiente - sono ancora in profonda sofferenza. La ricostruzione fatica a decollare e in più l’emergenza coronavirus, che nei mesi scorsi ha colpito l’Italia, ha inferto un altro pesante colpo a queste zone, soprattutto dal punto di vista economico e turistico. Stiamo parlando di un terremoto dentro il terremoto. Con questa call vogliamo aiutare anche quelle imprese che operano nel settore turistico e che hanno scelto di continuare a lavorare nelle loro terre, coniugando ospitalità e turismo di prossimità per far conoscere e apprezzare un territorio unico nel suo genere con le sue tante eccellenze e bellezze naturalistiche, paesaggistiche e storiche”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un aiuto dal "basso", raccolta fondi di Legambiente per sostenere le imprese del turismo

PerugiaToday è in caricamento