Sabato, 31 Luglio 2021
Economia

Made in Umbria | Pietralunga, la Giuliano Tartufi festeggia 30 anni

Titolare della Giuliano Tartufi, Cavaliere al Merito della Repubblica, ha lasciato il posto fisso per inseguire il suo sogno. Ero un giovane pieno di ottimismo e determinazione che ho rivisto nei ragazzi della Nazionale”

“Esattamente l’11 luglio, ma di 30 anni fa, fondavo la mia prima ditta individuale e, nello stesso tempo, in mezzo a tanti dubbi, lasciavo un posto pubblico. Sotto sotto, sentivo che qualcosa avrei combinato: erano anni di grande ottimismo e io ero determinato e con una grande di voglia di fare. Ottimismo e determinazione che ho rivisto nei ragazzi della nostra Nazionale che ieri sera a Londra hanno conquistato il titolo di Campioni d’Europa l’11 luglio di trent’anni dopo”. Così Giuliano Martinelli, titolare della Giuliano Tartufi di Pietralunga, ha commentato l’impresa compiuta dall’Italia contro l’Inghilterra ricordando una data ‘portafortuna’ per la Nazionale italiana che l’11 luglio 1982 ha anche vinto i Mondiali a Madrid, con la leggendaria squadra di Enzo Bearzot. Oggi Cavaliere al Merito della Repubblica (insignito lo scorso anno a luglio in Prefettura a Perugia) e a capo di una delle aziende più importanti a livello nazionale nella trasformazione e commercializzazione del tartufo, Giuliano Martinelli ricorda i suoi inizi quando era giovane ma con le idee molto chiare:  nella sua impresa non ha mai mollato, proprio come il gruppo che oggi si è svegliato sul tetto d’Europa.

“Possedevo una vecchia Panda diesel – ha commentato –, avevo la mia idea di tartufo e di quello che dovevo fare: il mio sogno, fin dall’inizio, era già quello di promuovere questo mondo meraviglioso, fatto di sfumature, piccoli segreti e tanto amore per la propria terra. Beh… il resto lo sapete già”.

Giuliano Martinelli, nella sua Pietralunga, il borgo umbro dalla forte vocazione tartufigena, con circa 400 cavatori su 2mila abitanti e più di 120 occupati nel settore, è a lavoro per organizzare grandi festeggiamenti per il trentennale della Giuliano Tartufi, e da grande tifoso di calcio qual è, sta pensando a una sorpresa da riservare agli Azzurri. “Mister Mancini e i suoi straordinari ragazzi se lo meritano, cercherò nel mio ambito di dare il mio contributo per manifestare riconoscenza e gratitudine” ha concluso Martinelli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Made in Umbria | Pietralunga, la Giuliano Tartufi festeggia 30 anni

PerugiaToday è in caricamento