menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crisi alla Perugina, un dossier per arginare i licenziamenti con proposte industriali da parte di Rsu e istituzioni umbre

Il fronte di lotta deve diventare anche un laboratorio per raccogliere idee per la causa. "E' un'occasione importante per aprire una discussione sul futuro dello stabilimento di San Sisto"

Un dossier di proposte industriali, anche da parte delle Rsu e delle istituzioni perugine ed umbire, da portare e analizzare sui due tavoli delle trattative sul futuro della Perugina: quello regionale a Confindustria - si riunità il 19 ottobre - e quello al Ministero dello Sviluppo - riunione preista per il 9 novembre-. Dopo l'accordo con la Nestlè che ha permesso di congelare i 360 esuberi previsti, per parlare di nuove politiche aziendali finalizzate al rilancio dello stabilimento di San Sisto, sindacati ed Rsu hanno iniziato sia ad informare i propri colleghi della Perugia che le istituzioni di questa nuova fase delle trattative che ha bisogno dell'impegno di tutti. Obiettivo: arginare il più possibile i licenziamenti con nuovo proposte che possano andare incontro ai conti e alle esigenze industriali anche della multinazionale-padrone.

"Ciò non significa - hanno scritto nella nota stampa le Rsu - che abbiamo risolto i problemi. Ma per la prima volta abbiamo uno strumento per trovare soluzioni alla questione che mettono al centro il tema lavoro. È in virtù di ciò che la Rsu ha sospeso lo stato di agitazione. Quanto sottoscritto tra le parti sarà inviato a tutte le istituzioni, affinché si impegnino anche loro nella costruzione di un percorso finalizzato al reperimento di proposte e risorse a sostegno delle nostre posizioni".

Insomma il fronte di lotta deve diventare anche un laboratorio per raccogliere idee per la causa. Il testo dell'accordo è stato inviato al sindaco Andrea Romizi e alla Presidente della Regione, Catiuscia Marini e al viceminostro Teresa Bellanova; inoltre il plico è stato consegnato anche agli uffici della Presidenza della Repubblica nella speranza che Sergio Mattarella faccia da garante per questa operazione di salvataggio fondamentale per il tessuto socio-economico della provincia di Perugia.  La Rsu hanno deciso anche di continuare la sensibilizzazione della popolazione sulla questione licenziamenti anche attraverso un volantinaggio alla kermesse di Eurochocolate in corso a Perugia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento