menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia punta sull'auto elettrica. Nuove agevolazioni e punti ricarica: ecco quanti veicoli circolanti nel 2016

Attualmente a Perugia il 70% degli spostamenti avviene in auto; tutto questo provoca un sempre più basso livello della qualità dell'aria. Mentre la mobilità elettrica sicuramente aiuta a raggiungere gli obiettivi di riduzioni delle emissionnquinanti, soprattutto quelle di CO2 legate al traffico

Il Comune di Perugia aderisce all’ente alla Carta Metropolitana sull’elettromobilità, a cui hanno già aderito città come Milano, Torino, Bologna, Firenze e Varese. “La prima linea di intervento prevista dalla Carta - ha sottolineato in apertura il Vice Sindaco e Assessore all’Ambiente Urbano Barelli - è proprio quella di lavorare su una vera e propria cultura della mobilità, che rientra in quella più ampia della sostenibilità. Non dimentichiamoci che Perugia sconta purtroppo il fatto che abbiamo una mobilità vecchia, che ci porta ad essere una delle città con un tasso di motorizzazione tra i più alti d’Italia". Attualmente a Perugia il 70% degli spostamenti avviene in auto; tutto questo provoca un sempre più basso livello della qualità dell'aria. Mentre la mobilità elettrica sicuramente aiuta a raggiungere gli obiettivi di riduzioni delle emissionnquinanti, soprattutto quelle di CO2 legate al traffico.

L’obiettivo dell’adesione alla Carta è, dunque, quello di ridurre le emissioni di gas serra, attraverso politiche di prevenzione che, tra le altre misure, favoriscano la mobilità elettrica a emissioni nulle, attraverso cinque linee di intervento previste. La prima, come abbiamo detto, è quella di favorire un cambiamento culturale nei consumatori-cittadini anche attraverso la previsione di agevolazioni della sosta e di accesso alle aree Ztl per le auto ibride ed elettriche; quindi accelerare lo sviluppo di una rete di ricarica accessibile al pubblico, in linea con il Piano nazionale di infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici, a vantaggio del consumatore. Che significa avere punti di ricarica rapida, facilmente accessibili, con sistemi di pagamento facili e chiari.

In fatto di Mobilità elettrica il Comune di Perugia già si è mosso da tempo: accordo con Enel per l’installazione di 28 colonnine a cui poi se ne sono aggiunte anche altre 3 ed è partita la nuova individuazione di ulteriori punti per l’estensione della rete. Le azioni immediate che seguiranno all’adozione della Carta riguarderanno, invece, in particolare l’estensione delle agevolazioni ai veicoli elettrici anche per l’anno 2018, consistenti nel fornire gratuitamente ad ogni veicolo elettrico un permesso annuale di accesso alle ztl e, in accordo con Saba, la sosta gratuita presso le aree a parcometro ai veicoli elettrici muniti di permesso.

Il tema della mobilità elettrica è peraltro attuale anche in termini di mercato. Da più parti è stato sottolineato come vi siano prospettive di crescita ma come, al tempo stesso, vi sia anche molto da lavorare per far si che la crescita potenziale diventi effettiva. Dai dati riportati nel corso del convegno risulta, ad esempio, che nel 2016 in Umbria vi erano solo 52 auto elettriche, di cui 44 a Perugia e 8 a Terni. Allo stesso modo in Italia le auto elettriche sono una ogni diecimila circolanti sulla strada, benché le colonnine da sette anni a questa parte siano aumentate del 70%.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento