Pulizie all'Università, otto lavoratori senza stipendio da agosto. Il rettore: massimo impegno per una soluzione rapida

I dipendenti hanno incontrato il professor Oliviero a Palazzo Murena

Senza stipendio da agosto. E' la situazione nella quale si trovano otto dipendenti della società Manital Idea spa che ha l'appalto per il servizio di pulizie presso il polo di Medicina dell’Università. Oggi, lunedì 13 gennaio, i lavoratori, accompagnati dal legale Luca Ceccarelli, sono stati ricevuti dal rettore Maurizio Oliviero.

All'esito del colloquio, durato circa un'ora, al quale hanno partecipato anche il direttore generale dell'ateneo e il responsabile dell'ufficio legale, il professor Oliviero ha garantito alle lavoratrici il proprio interessamento diretto nella questione ed ha dato mandato agli uffici amministrativi di provvedere con la massima urgenza alla ricerca di una soluzione, anche alla luce del fatto che altri enti pubblici, tra cui l'università Statale di Torino, hanno provveduto direttamente al pagamento dei lavoratori dell'impresa subappaltatrice inadempiente.

Il Rettore, spiega una nota dei lavoratori, "ha assicurato una risposta risolutiva entro ventiquattro ore e le lavoratrici della ManitalIdea spa hanno lasciato Palazzo Murena più fiduciose di quando ci erano entrate".

L’Università di Perugia, al corrente della situazione fin dal mese di agosto, ha sollecitato l’appaltatrice e la subappaltatrice al rispetto del contratto ed al versamento di quanto dovuto ai lavoratori, ha bloccato il pagamento delle fatture per il servizio di pulizia, ma, sottolineano i lavoratori, rifiuta di pagare direttamente i dipendenti. "Eppure l’Ateneo perugino si trova nella stessa identica situazione di tutte le altre pubbliche amministrazioni che, al contrario, si sono surrogate nel pagamento dei dipendenti delle appaltatrici".

Nel corso dell'incontro, rende noto l'Univeristà, il professor Oliviero ha dato ferme rassicurazioni circa la volontà dell’Ateneo di rendersi parte attiva nell’immediata risoluzione del problema. “La situazione in cui si trovano, ormai da sette mesi, i lavoratori del gruppo Manital, è non solo inaccettabile in quanto lede il diritto al sostentamento delle famiglie coinvolte ma anche la stessa dignità dei dipendenti. Siamo intenzionati, come Università, a fare tutto quanto in nostro potere per l’immediata risoluzione del problema, a tutela e garanzia dei lavoratori” ha dichiarato il rettore.

I dipendenti, dal canto loro, "con grande senso di responsabilità hanno comunque erogato e tutt’ora erogano il servizio, nei limiti del personale rimasto in forza all’appalto, ma sono letteralmente esasperati e, prima di procedere con le azioni giudiziarie contro le due imprese e contro l’Università, hanno deciso di fare questo ultimo tentativo. Ora, dopo il colloquio, non resta che attendere di sapere in concreto cosa farà l'Università".

Sulle difficoltà dei lavoratori e di un servizio che ha in parte risentito di questa situazione di incertezza, sottolinea l'Udu, l'associazione studentesca è più volte intervenuta: “In occasione del Consiglio degli Studenti del 25 novembre scorso abbiamo presentato un’interrogazione urgente all’Amministrazione, in cui abbiamo espresso profonda preoccupazione per la situazione di disservizio all’interno di uno dei poli più grandi del nostro Ateneo e pieno sostegno alle rivendicazioni dei lavoratori: non eravamo, allora, e non siamo, oggi, disposti ad accettare nessuna eventuale soluzione che ricada sulle spalle di chi lavora" sottolinea la coordinatrice Angela Di Nicola.

L’esito dell’incontro odierno, aggiunge, "fa trasparire la volontà dell’Amministrazione e del rettore di trovare al più presto una soluzione che ripristini il normale servizio e tuteli i lavoratori che lo erogano. Speriamo in un esito felice per questa vicenda. Rimarremo in contatto con i lavoratori e con l’Amministrazione che si è resa disponibile ad intervenire per trovare una soluzione in tempi celeri. Da parte nostra, continuerà l'impegno a seguire la vicenda, portando al più presto la discussione all’interno degli organi collegiali dell’Ateneo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Vincita da 1 milione al Gratta & Vinci. Gli appassionati della Smorfia ne ricavano 5 numeri per sbancare il lotto

  • Coronavirus: 4 positivi a Passignano sul Trasimeno, il sindaco blocca eventi, feste e cerimonie

  • Tragedia in Grecia: a Solomeo l'ultimo saluto a Carlotta Martellini, fiore appassito troppo in fretta

  • Università di Perugia, due nuovi corsi di laurea magistrale: Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell'Ambiente e Geology for Energy Resources

  • Magione, estate al Laguna Park: una vera "Trasimenide" all'insegna di relax, natura e divertimento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento