Economia

Controlli Guardia di finanza, imprenditore intesta auto di lusso ad un dipendente per evitare il fisco

La scoperta fatta dai militari nell'ambito dei controlli delle cosiddette imprese “apri e chiudi”

I Finanzieri del Comando Provinciale di Perugia, nell’ambito delle inchieste sul fenomeno criminale delle cosiddette imprese “apri e chiudi” (aziende la cui “chiusura” o il cui fallimento avviene poco dopo l’inizio dell’attività imprenditoriale, il più delle volte per porre in essere vere e proprie frodi fiscali), hanno scoperto che un imprenditore di origini cinesi aveva ceduto un’autovettura a un proprio dipendente, al solo scopo di evitare che l’Erario potesse rivalersi sul veicolo per il mancato pagamento delle imposte dovute.

Le attività ispettive poste in essere dalle Fiamme Gialle della Tenenza di Assisi hanno permesso di appurare che la cessione era del tutto fittizia, anche in virtù del fatto che il dipendente “beneficiario”, cinese, non aveva la patente di guida. L’imprenditore è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica per il reato di sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte e il veicolo è stato sottoposto a sequestro a seguito di provvedimento emesso dal GIP.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli Guardia di finanza, imprenditore intesta auto di lusso ad un dipendente per evitare il fisco

PerugiaToday è in caricamento