menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tasse e commercianti, dopo Tares e Imu anche quella sulle insegne: partono gli avvisi

Un gennaio all'insegna della stangata totale per le famiglie ma anche e soprattutto per quei commercianti e artigiani sopravvissuti alla crisi di questi anni. 007 dei concessionari a caccia delle scritte sulle vetrine

Neanche il tempo di digerire la Mini-Imu e la Tares - scadenza il 24 gennaio - che arriva subito un'altra stangata sempre da parte del Comune di Perugia. Il 31 gennaio moltissimi esercenti e artigiani dovranno pagare alla Dogre l'imposta comunale sulla pubblicità: insegne luminose e non, insomma tutto quello che pubblicizza i propri servizi o il proprio locale.

E anche in questo caso non mancano le sorprese per l'invio dei bollettini di pagamento: in molti casi le cifre sono salite dopo il passaggio, a quanto sembra, di veri e propri 007 armati di tablet che hanno filmato tutto in caccia di eventuali scritte in più. Senza constatazione diretta o richiesta di spiegazione da parte dell'esercente.

Il Comune però ha precisato  che sono in corso di recapito ai contribuenti degli avvisi ‘bonari’ di pagamento dei due tributi per l’anno 2014 il cui termine di legge è fissato al 31 gennaio 2014. Non si tratta, dunque, di cartelle esattoriali o di avvisi di accertamento ma semplicemente dei bollettini che, come ogni anno, dovranno essere utilizzati per i pagamenti; bollettini  non è ravvisabile alcunché di vessatorio o di aggravio per i contribuenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento