menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia 2019, firmato protocollo d'intesa: la candidatura si apre alle scuole

Qusta mattina la firma del protocollo d'intesa per le scuole tra la stessa Fondazione, la giunta regionale dell'Umbria, il consiglio regionale, la provincia e il comune di Perugia, l'ufficio scolastico regionale per l'Umbria

Mancano ancora alcuni mesi al giorno che svelerà quale città italiana sarà capitale europea della cultura nel 2019 ma la macchina della candidatura dopo qualche passo stentato procede il proprio cammino spedita. Questa mattina è stato messo un ulteriore tassello nella sede della fondazione Perugiassisi 2019 è stato infatti firmato un protocollo d'intenti tra la stessa Fondazione, la giunta regionale e il consiglio regionale, la provincia e il comune di Perugia, l'ufficio scolastico regionale per l'Umbria. Il protocollo firmato apre le porte delle scuole ai lavori della fondazione per la candidatura, è stata concordata la programmazione di progetti formativi da svolgere nelle scuole di ogni ordine e grado sui temi della cittadinanza europea e sui temi al centro della candidatura a capitale europea.

La firma del protocollo segna la conclusione di un percorso e l'avvio di un altro che la fondazione, alla luce dell'importanza che il tema del coinvolgimento dei giovani riveste per la Ccndidatura, ha iniziato nel 2012. Il testo sancisce l'adesione e la collaborazione con le 150 scuole del territorio umbro fino al 2014 e detta le tematiche con cui gli studenti si confronteranno per la costruzione dei loro progetti: Perugia città dell'accoglienza; Perugia città del dialogo; Perugia città delle reti. Come si legge nel testo "attraverso specifici programmi a favore dell'istruzione, della cultura e della gioventù, con questo protocollo si intende sviluppare la dimensione europea, favorire la mobilità, incoraggiare la cooperazione, la creatività , l'innovazione - inclusa l'imprenditorialità - incoraggiare l'acquisizione di competenze trasversali da parte di tutti i cittadini".

"Il coinvolgimento delle scuole è un aspetto importante, sempre presente nei processi di candidatura. Per noi i giovani sono il target principale, il loro futuro di cittadini europei l’obiettivo fondamentale a cui guardare - ha dichiarato il presidente della Fondazione Bruno Bracalente -; questa è la ragione della firma di oggi, a testimonianza di un passo concreto verso la tappa successiva del progetto, se supereremo la prima fase della selezione".

Presenti alla conferenza stampa oltre al presidente Bracalente, il vice presidente della giunta regionale dell'Umbria Carla Casciari, il funzionario del consiglio regionale dell'Umbria Simonetta Silvestri, in rappresentanza del presidente Eros Brega, firmatario del protocollo, l'assessore alla pubblica istruzione e formazione integrata della provincia di Perugia Donatella Porzi, l'assessore alle politiche per l'infanzia e l'adolescenza Monia Ferranti e il funzionario dell'ufficio scolastico regionale per l'Umbria Rosalia Monaco (in rappresentanza del dirigente vicario Domenico Petruzzo).

"Il coinvolgimento delle scuole è un aspetto importante, sempre presente nei processi di candidatura. Per noi i giovani sono il target principale, il loro futuro di cittadini europei l’obiettivo fondamentale a cui guardare - ha dichiarato il presidente Bracalente -; questa è la ragione della firma di oggi, a testimonianza di un passo concreto verso la tappa successiva del progetto, se supereremo la prima fase della selezione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento