rotate-mobile
Economia Centro Storico

Palazzo Priori, bilancio 2012: nessun aumento Irpef, si punta sull'Imu

I dati ed i particolari sulla previsione di bilancio 2012 del Comune di Perugia, spiegati dalle parole dell'Assessore comunale Livia Mercati giovedì in Giunta

Nessun aumento dell’addizionale Irpef, nessuna tassa di soggiorno, nessun taglio al sociale, invarianza delle tariffe dei principali servizi a domanda individuale. Invariata anche la fascia di esenzione per i redditi fino a 12.500 Euro.

Questi i punti principali per far quadrare il bilancio, a fronte dei reiterati tagli imposti agli Enti locali che la giunta perugina ha varato in una manovra che si basa sostanzialmente sull’adozione dell’Imu allo 0,5 per cento per le prime abitazioni ed all’1,06 per le altre proprietà.

“L’Imu-si legge nella relazione dell’assessore Livia Mercati oggi in giunta- rappresenta l’unica leva a disposizione delle Amministrazioni comunali per poter finanziare l’esercizio delle funzioni, delle strutture ed infrastrutture e per l’erogazione dei servizi essenziali e dei servizi non coperti integralmente dalle contribuzioni degli utenti nonché per portare avanti le politiche e gli obiettivi nei confronti delle proprie comunità”.

Con questo Bilancio il Comune deve far fronte ad una riduzione di risorse, determinate dalle manovre dei governi Berlusconi e Monti, pari a 18,5 milioni più altri 4 di trasferimenti statali e regionali destinati al sociale, ed anche ad alcune criticità come la stabilizzazione delle entrate correnti, la riduzione fisiologica dei recuperi tributari, l’incremento della spesa per consumi e prestazione di servizi, l’incidenza della spesa per il personale, gli oneri finanziari e gli interessi passivi sul debito residuo.

Nella relazione si sottolinea che sono confermate le numerose agevolazioni per le fasce deboli di utenza attraverso meccanismi di esenzione e di riduzione (delle tariffe) basate sul reddito calcolato con l’ISEE. A questo proposito sono state riviste ed omogeneizzate le fasce ISEE per l’accesso ai benefici tariffari. Inoltre viene rifinanziato il fondo per il rimborso ai proprietari che affittano a canone concordato e il fondo per l’erogazione di contributi agli affittuari.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Priori, bilancio 2012: nessun aumento Irpef, si punta sull'Imu

PerugiaToday è in caricamento