Ai London Honey Awards, gli oscar inglesi per il miele, sbanca il nettare umbro Galli

L'azienda conta più di 350 famiglie di api, che con molta cura vengono movimentate nel territorio italiano alla ricerca delle migliori fioriture

Dopo aver ricevuto il riconoscimento come uno dei migliori mieli millefiori in Italia, il miele MAGNUS prodotto da Apicoltura Galli di Corciano ha ricevuto la medaglia d'oro al concorso internazionale London Honey Awards tenutosi a Londra nello scorso mese di aprile. Questa pluripremiata attività umbra, ha per la qualità dei suoi prodotti “proprio un chiodo fisso!!”. Ormai nota per aver ricevuto l'ambito premio delle TRE GOCCE D'ORO, il massimo riconoscimento in Italia nell'ambito della produzione di miele, questa volta non si è fermata, valicando i confini nazionali ed andando a competere con mieli provenienti da tutto il mondo, uscendone vittoriosa ed aggiudicandosi la prestigiosa medaglia GOLDEN.

Il titolare Luca Galli, ci spiega - “è stato molto stimolante, sia da un punto di vista professionale che personale potersi confrontare con produttori internazionali che ambivano al raggiungimento di quest’ importante riconoscimento. Ogni anno, mantenendo invariato l’investimento sulla qualità, cerchiamo di produrre nuove fragranze e prodotti innovativi; oltre al MAGNUS (miele premiato) produciamo altre dodici tipologie di miele, una crema miele e cioccolata (della linea ORONERO), un prodotto veramente irresistibile ed adatto ad ogni palato, polline (un vero e proprio superfood), un integratore alimentare a base di miele, proporli, pappa reale, polline, ginseng".

L'AZIENDA vanta più di 50 anni di storia, prima come pura passione poi come vera e propria azienda operante nel settore della produzione di miele di alta qualità. Giunti ormai alla 3° generazione la produzione conta più di 350 famiglie di api, che con molta cura vengono movimentate nel territorio italiano alla ricerca delle migliori fioriture.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

  • LA VIGNETTA di Giuseppe Pellegrini. Il Frecciarossa parte seconda: l'orario infernale!

  • Tragedia nel bosco, muore cacciatore: inutili i soccorsi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento