rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Economia

La Fondazione Perugia mette a disposizione 300 mila euro per sostenere il Terzo Settore

"Raddoppia il valore delle tue idee" il nuovo bando per finanziare progetti di enti non profit che abbiano una partnership con un’impresa con scopo di lucro

“Questo nuovo bando intende valorizzare la collaborazione tra enti del Terzo Settore e imprese - spiega Cristina Colaiacovo, presidente di Fondazione Perugia - mettendo in sinergia le risorse erogate da diversi soggetti in modo da rafforzare gli interventi sul territorio e sensibilizzare le realtà profit al tema delle “società benefit”, cioè quelle aziende che affiancano allo scopo di lucro finalità di natura filantropica e solidale”.

Colaiacovo fa riferimento al nuovo bando in cofinanziamento con le imprese “Raddoppia il valore delle tue idee” che vede La Fondazione Perugia stanziare un totale di 300.000 euro destinato agli enti del Terzo Settore operanti nel suo territorio di riferimento. 

I partecipanti dovranno essere affiancati da una o più imprese a scopo di lucro, che garantiranno il cofinanziamento del progetto per un valore minimo di 15.000 euro. Una volta accertato il sostegno economico da parte del partner erogatore, la Fondazione si impegnerà, in caso di approvazione del progetto, a raddoppiarne l’importo, erogando fino a un massimo di 50.000 euro per ogni domanda e fino a esaurimento dei fondi disponibili.

I progetti, della durata massima di 1 anno, potranno essere presentati esclusivamente da enti del Terzo Settore iscritti al Runts o altri enti privati senza scopo di lucro, costituiti da almeno due anni alla data di pubblicazione del bando e aventi sede legale nel territorio di riferimento di Fondazione Perugia. Inoltre dovranno essere coerenti con una delle linee strategiche individuate da Fondazione Perugia come prioritarie: benessere economico, ricerca e innovazione, benessere sociale, sostenibilità ambientale, patrimonio storico-artistico e cultura, salute.

“La responsabilità sociale può essere contagiosa ed espandersi in ogni direzione, così che tutta la società, anche il privato, finisca per considerare il bene comune come il principio irrinunciabile del suo agire” conclude Colaiacovo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fondazione Perugia mette a disposizione 300 mila euro per sostenere il Terzo Settore

PerugiaToday è in caricamento