Umbria, nuove validatrici per biglietti treni: investimento da 400mila euro

Ha preso il via oggi, da Perugia Fontivegge, il piano di installazione della direzione regionale Umbria di Trenitalia che prevede un investimento complessivo di 400 mila euro

In tutte le stazioni della Regione Umbria, verranno installate 104 validatrici di ultima generazione, con un incremento del 10% rispetto alla rete attuale, che ne conta 95. La prima fase, iniziata oggi dalla stazione di Perugia, conferma un comunicato delle Fs, si concluderà entro il 15 giugno quando saranno collocate 80 nuove macchine.

Dopo Fontivegge sarà la volta della stazione di Ponte San Giovanni, Bastia, Assisi (con sei macchine), Spello, Foligno e Terni (11 in ciascuna stazione) e Orvieto, per concludersi con le stazioni del Trasimeno. Il tutto per un investimento complessivo di 400mila euro.

In sintesi, le nuove macchine sono dotate di un lettore ottico per il codice a barre e consentiranno a regime anche  il controllo da remoto del loro funzionamento, rendendo possibili interventi più puntuali e rapidi in caso di guasti. Il design delle nuove validatrici di Trenitalia richiama la sagoma di un treno e la loro funzionalità prevede sia la stampa attraverso l'impatto su carta, come quelle attuali, sia la lettura/scrittura in modalità ''contactless'', applicazione utile per l'utilizzo anche con il biglietto elettronico.


 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • Umbria, dal fiume Nera riemerge un cadavere: indagini in corso

  • Schianto tra una moto e una bicicletta: ciclista muore in ospedale

Torna su
PerugiaToday è in caricamento