menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il "re" delle nostre tavole potrebbe diventare patrimonio Unesco: assemblea straordinaria a Norcia

Il riconoscimento, qualora ci fosse – ha dichiarato il presidente dell’Associazione Città del tartufo, Michele Boscagli – assumerebbe per i territori in difficoltà un valore ancora più importante"

L’Associazione nazionale Città del tartufo riunisce i suoi soci a Norcia in assemblea straordinaria, domenica 26 febbraio, per portare solidarietà alle zone terremotate e contestualmente condividere e dare forza al processo  avviato per la richiesta all’Unesco di candidatura delle “Pratiche e conoscenze della Cultura del tartufo quale bene immateriale vivente”. 

Un appuntamento che arriva circa un mese prima della riunione della Commissione nazionale italiana Unesco che deciderà la candidatura da presentare a Parigi. “Il riconoscimento, qualora ci fosse – ha dichiarato il presidente dell’Associazione Michele Boscagli –, assumerebbe per i territori in difficoltà un valore ancora più importante, soprattutto come sprone per infondere fiducia in una ripresa sociale ed economica delle comunità”.

Il luogo scelto per la riunione è Norcia, una delle città associate più duramente colpite dal sisma, proprio nel primo fine settimana della sua mostra mercato dedicata al Tartufo nero pregiato. Nero Norcia, infatti, non solo si svolgerà ma è stata pensata con una formula allungata in tre fine settimana, dal 24 al 26 febbraio, e poi dal 3 al 5 e dal 10 al 12 marzo, come strumento di rilancio dell’economia del territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento