Economia

Non di solo accoglienza vive la chiesa umbra, il vescovo va in fabbrica: "I lavoratori al centro di tutto..."

Monsignor Sorrentino dirà messa alla Tagina di Gualdo Tadino e alla Colussi di Petrignano due aziende simbolo del territorio più colpito in Umbria dalla crisi. il Monito del Vescovo agli imprenditori

"Non c'è futuro per una impresa che non mette la persona, il capitale umano, al centro delle proprie strategie". E' questo il messaggio forte del vescovo di Assisi, Gualdo e Nocera, Monsignor Sorrentino, che passerà tutta la mattinata del 21 dicembre in due fabbriche simbolo del territorio: la Tagina di Gualdo Tadino e la Colussi di Petrignano di Assisi dove ha celebrato l'eucarestia tra imprenditori e operai. 

 “Come pastore di questa comunità – dice monsignor Sorrentino – sento la gioia e il dovere di stare in mezzo a chi fa impresa, a chi produce e si impegna, nei rispettivi ruoli e competenze, non solo per il proprio legittimo interesse ma anche per la crescita e il bene comune. Queste due aziende, pur avendo attraversato momenti non facili dovuti alla crisi economica, ce l’hanno anche per l’unità che si è realizzata tra le esigenze dell’impresa e la disponibilità delle maestranze che rappresentano la spina dorsale di qualsiasi attività economica. Le due celebrazioni di venerdì – ha concluso monsignor Sorrentino – saranno l’occasione per fare gli auguri di felice e sereno Natale ma soprattutto per ribadire che non c’è futuro per un’impresa che non scommetta sul capitale umano e non rimetta la persona al centro delle proprie scelte strategiche”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non di solo accoglienza vive la chiesa umbra, il vescovo va in fabbrica: "I lavoratori al centro di tutto..."

PerugiaToday è in caricamento