menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nomine & Poltrone - E' perugino il nuovo presidente degli artigiani e commercianti dell'Umbria

La Cna sezione ha 6.163 iscritti. Ha incrementato le adesioni di oltre il 30%negli ultimi otto anni (nel 2009 erano 4.033)

Il perugino Giuliano Sorcio è il nuovo presidente della Cna Pensionati Umbria. E' stato nominato nell'assemblea elettiva che si è svolta venerdì 10 marzo presso la sala Consiliare del Comune di Todi. Giancarlo Fucili, che ha ricoperto questa carica negli ultimi otto anni, sarà il presidente onorario mentre Vanio Bellinelli avrà il ruolo di vice presidente.
 
La nuova direzione regionale della Cna Pensionati sarà composta da: Giancarlo Fucili (Fabro), Giuliano Sorcio (Perugia), Vanio Bellinelli (Narni), Luciano Mescolini (Orvieto), Giuliana Cirica (Orvieto), Armando Umbrico (Marsciano), Valerio Monaldi (Perugia), Giuseppe Brillo (Città della Pieve), Gianni Bulletti (Perugiaa), Gianfranco Ghibelli (Casa Castalda), Elia Locchi (Perugia), Gianfranco Alunni (Corciano), Luigi Mancinelli (Spoleto), Giancarlo Stollo (Ficulle), Roberto Andreucci (Terni). Gli invitati permanenti saranno Franco Ferracci, Giovanni Raggi, Bruno Annibolenti. Francesco Radicchi, Ivano Piersigilli, Manola Martellotti e Monia Burani. Tutte le cariche sono state elette all'unanimità alla presenza di Giancarlo Pallanti, presidente nazionale Cna Pensionati; Roberto Giannangeli, direttore Cna Umbria; Carlo Rossini, sindaco di Todi.
 
I NUMERI DI CNA PENSIONATI UMBRIA - L'assemblea si è aperta con un lungo intervento del presidente uscente Fucili che ha fatto un quadro umbro della sezione pensionati della Confederazione che ha ottenuto ottimi risultati.  Nel 2009 erano 4.033 gli iscritti mentre al 31 dicembre 2016 erano 6.163. In otto anni c'è stato un incremento di 2.130 nuovi tesserati con una media annua di 266 adesioni. Dal 2009 al 2016 sono state 5.130 le persone che hanno usufruito dei servizi offerti da Cna mentre 18 sono state le iniziative pubbliche svolte nel territorio regionale.

"Abbiamo sempre trattato temi attuali - ha spiegato Fucili - come la sicurezza, il ruolo dell'anziano nella società, la corretta alimentazione de attività fisica, l'invecchiamento attivo, il sistema pensionistico italiano e tanti argomenti legati alla salute. In ognuna di queste iniziative erano sempre presenti circa 80/100 persone. Abbiamo istituito anche un Albo regionale dei mestieri, formato da artigiani umbri andati in pensione che hanno dato la loro disponibilità per trasmettere le proprie conoscenze alle nuove generazioni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento