menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agricoltura, la parola d'ordine è qualità: semine autunnali sotto la lente

Molini popolari riuniti punta a qualità delle produzioni

Come ogni anno in questo periodo, in occasione delle semine autunnali, la Molini popolari riuniti (Mpr) ha dato appuntamento ad agricoltori soci produttori per informali su qual è il panorama del settore cerealicolo in Umbria, anche in relazione alle difficoltà contingenti, e quali sono le linee di azione della cooperativa in questo contesto. All’incontro, che si è svolto a Perugia e ha permesso la presentazione dei contratti di coltivazione di cui l’azienda cooperativa si avvale, hanno partecipato Dino Ricci e Stefano Conigli, presidente e responsabile dei mezzi tecnici di Mpr, Giovanni Laffi, direttore di Conase, e il professor Angelo Frascarelli che ha presentato le linee guida per il dopo Pac (politica agricola comune) 2020.

“La Mpr in questi anni – ha spiegato Ricci – ha investito significativamente nei processi di trasformazione sia nella mangimistica sia, recentemente, nella molitoria. L’obiettivo che ci poniamo è quello di utilizzare al meglio i nostri impianti per consentire agli imprenditori agricoli di realizzare e valorizzare le loro produzioni. Il senso di questi incontri è quello di cercare di qualificare sempre più le produzioni agricole nel comparto cerealicolo. Pensiamo di farlo attraverso i contratti di coltivazione che permettono al produttore di avere premialità rispetto alle caratteristiche produttive che realizza”.


“Siamo una cooperativa – ha aggiunto Ricci – e riserviamo i contratti esclusivamente ai soci che impongono il rispetto di un disciplinare perché questa è la condizione che permette di realizzare qualità e, di conseguenza, di poter valorizzare le produzioni in termini economici. Varie tipologie di contratto consentono a noi di avere la materia prima adeguata secondo le esigenze del mercato e a loro di poter realizzare somme maggiori rispetto a quelle che il mercato paga. Stiamo ristrutturando tutto il comparto della panificazione e con il nuovo impianto di Amelia siamo in condizione di produrre varie tipologie di farine”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento