Mercoledì, 19 Maggio 2021
Economia

Nuova ondata di malcontento, metalmeccanici in rivolta: indetto lo sciopero

Lo sciopero avrà inizio alle 10 con una manifestazione regionale sotto la sede della Confindustria a Perugia, proprio per sottolineare la richiesta rivolta a Federmeccanica di sbloccare la vertenza contrattuale

Tornano a incrociare le braccia per otto ore i metalmeccanici umbri. Nuovo sciopero in programma questo venerdì. La protesta è dovuta al mancato rinnovo del contratto nazionale, scaduto da 6 mesi. Lo sciopero avrà inizio alle 10 con una manifestazione regionale sotto la sede della Confindustria a Perugia, proprio per sottolineare la richiesta rivolta a Federmeccanica di sbloccare la vertenza contrattuale e di abbandonare le sue posizioni di chiusura totale, caratterizzate, secondo i sindacati, dalla volontà di annullare il valore del contratto nazionale e di non concedere aumenti salariali ai lavoratori del settore.

Alla manifestazione di Perugia, promossa da Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil, parteciperanno le segreterie provinciali e regionali dei tre sindacati e il segretario nazionale della Uilm Uil, Eros Panicali. La mobilitazione non si fermerà però a venerdì. Già sabato 11 giugno è infatti previsto il blocco degli straordinari e della flessibilità (replicando così quello di sabato 28 maggio, molto partecipato). L’obiettivo delle organizzazioni sindacali è quello di intensificare le azioni di lotta per sbloccare la trattativa prima delle ferie estive, scongiurando così il rischio di perdere un intero anno di contratto nazionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova ondata di malcontento, metalmeccanici in rivolta: indetto lo sciopero

PerugiaToday è in caricamento