Mercato Coperto, smentite le "cassandre": per la gestione c'è un gruppo di imprenditori, prorogato bando per analisi più approfondita

La vera notizia è questa ed è un ottimo inizio se si pensa che il bando per il Mercato Coperto di Firenze è andato per tre volti a vuoto prima di diventare un grande business. Ecco le ultime novità

Chi già era pronto a stracciarsi le vesti in campagna elettorale per le zero proposte per la gestione (tramite bando) del rinnovato Mercato Coperto - il futuro spazio commerciale e "umano" del centro storico - fortemente voluto e realizzato dalla Giunta Romizi, sarà costretto a rimanere bello e abbottonato anche perchè in realtà la situazione è in divenire ed il bicchiere rischia di essere mezzo pieno. C'è un gruppo di imprenditori locali e non solo che sono molto interessati al progetto e lo hanno ufficializzato chiedendo una proroga ufficiale per studiare tutti i particolari della struttura, le sue potenzialità e l'investimento economico per la gestione. "Il fatto che ci sia stato interesse è già notizia importante" ha scritto l'assessore Michele Fioroni sulla pagina di Fb dove ha ribadito anche che il Mercato di Firenze - oggi struttura di successo per la città - Prevale l’ottimismo se pensiamo che il bando per il mercato coperto di Firenze, che rappresenta il riferimento di buona pratica amministrativa in Italia, "è andato deserto ben tre volte".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al gruppo di imprenditori interessato ed eventuali altri è stata concessa una proroga dall'amministrazione comunale di altri due mesi.  "Riteniamo che la proroga conceda un’occasione per tutti i potenziali concorrenti di avere più tempo a disposizione per una progettazione decisamente complessa per cui, i tre mesi concessi, per quanto sfidanti, non erano del tutto sufficienti: ha concluso Michele Fioroni. Tra le difficoltà del bando da coniugare nell'investimenti per gli imprenditori c'è anche la volontà dell'amministrazione di coinvolgere nel modello gestionale aziende del settore agroalimentare a filiera corta e quindi anche di piccole dimensioni. Intanto i lavori procedono alla grande e il lucernaio del mercato sta venendo alla luce, una volta finito sarà ancora di più un luogo magico e unico.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

Torna su
PerugiaToday è in caricamento