Economia

Focus Mercato immobiliare a Perugia: il mattone torna a salire, le zone più richieste e quelle più economiche

Il caro-affitti non abita nel capoluogo umbro: tutto invariato ai tempi della pandemia

L’andamento dei prezzi non ha subito sostanziali variazioni, ma si registrano comunque lievi incrementi sulle nuove costruzioni e soprattutto sulle ristrutturazioni, probabilmente dovuti alla partenza di cantieri incentrati sul restauro e valorizzazione del patrimonio esistente, grazie ai vari incentivi previsti quali Sismabonus, la misura economica voluta dal governo per agevolare gli interventi di messa in sicurezza antisismica delle abitazioni e degli edifici produttivi in zona di rischio sismico, e Superbonus, agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022, per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici. E’ quanto emerge dal Report dedicato ai Servizi offerti dalla Borsa Immobiliare, con particolare riferimento ai prezzi registrati per le Compravendite e Locazioni.

Dal punto di vista immobiliare le zone più importanti, sono il Centro Città, Elce, Ponte San Giovanni, Stazione, Madonna Alta, San Sisto, Monteluce, Ferro di Cavallo. In assoluto la zona più presente negli annunci immobiliari è il Centro Città con oltre 2.292 annunci immobiliari complessivi tra affitto e vendita attualmente presenti. Ad Agosto 2021 per gli immobili residenziali in vendita sono stati richiesti in media 1.157€ al metro quadro, con un aumento dello 0,87% rispetto a Agosto 2020 (1.147€/m²). Ad un confronto con i dati registrati negli ultimi due anni, il prezzo medio all'interno del comune di Perugia ha raggiunto il suo massimo nel mese di Ottobre 2019, con un valore di 1.169€/m². Il mese in cui è stato richiesto il prezzo più basso è stato Agosto 2020: per un immobile in vendita sono stati richiesti in media 1.147€/m².

Andando ad un’analisi comparativa, nell’ultimo mese il prezzo richiesto per gli immobili in vendita a Perugia è stato più alto nella zona Centro, Elce, con 1.363€/m². Al contrario, il prezzo più basso è stato nella zona di San Giovanni del Pantano, Antognolla, Parlesca, Sant'Orfeto con una media di 870€/m².

Nello stesso mese, il prezzo richiesto per gli immobili in affitto a Perugia è stato più alto nella zona Centro ed Elce, con 8,00€ al mese per metro quadro. Il prezzo più basso, invece, è stato nella zona Ramazzano, Colombella, Piccione con una media di 4,70€ al mese per metro quadro. Rispetto al resto d’Italia, come si posiziona il capoluogo umbro? Perugia risulta avere prezzi abbastanza bassi: con una media di circa 1.150 €/m², ha circa il 68% in meno rispetto in media richiesti a Firenze e circa il 23% in più rispetto ai prezzi medi a Reggio di Calabria, rispettivamente, le città con i prezzi più alti e più bassi in Italia.

Per gli immobili residenziali in affitto, invece, sono stati richiesti in media 7,30€ al mese per metro quadro, con un aumento dello 0,00% rispetto a Agosto 2020 (7,30€/m² al mese). Negli ultimi due anni, il prezzo medio all'interno del comune di Perugia ha raggiunto il suo massimo nel mese di Agosto 2021, con un valore di 7,30€/m². Il mese in cui è stato richiesto il prezzo più basso è stato Dicembre 2019: per un immobile in affitto sono stati richiesti in media 7,00€ al mese per metro quadro.

“In attesa dei dati inerenti al terzo trimestre 2021 – ha dichiarato Giovanni Belati, componente del Comitato di Vigilanza e del Comitato per il Listino della Borsa Immobiliare umbra - possiamo sostanzialmente confermare il trend positivo dell’ultimo anno per quanto concerne il numero delle compravendite. Anche il mercato del settore turistico – ha sottolineato Belati - ha mostrato un discreto interesse e la nostra regione si sta allineando ai livelli pre covid”. Per quanto concerne il settore Stime, gli Organi di Rappresentanza hanno espresso una moderata soddisfazione per il graduale aumento dell’utilizzo del servizio da parte dei privati e da parte delle Pubbliche Amministrazioni. Grazie alla rigida procedura di accreditamento dei Periti, la loro capillare conoscenza del Mercato e la provenienza degli stessi dalle varie zone della Regione dell’Umbria, la Borsa Immobiliare Umbra è in grado di effettuare valutazioni su immobili di varia natura ed in tempi ragionevolmente brevi.

Per il prossimo autunno sono previste iniziative volte alla promozione del Servizio Stime, al fine di rendere lo stesso fruibile alle varie Associazioni di Professionisti che per varie esigenze hanno la necessità di avere attente e precise valutazioni di singoli immobili o di patrimoni immobiliari anche di importante consistenza. Perugia è una tra le città italiane con una popolazione compresa tra 100.000 e 500.000 abitanti, con i prezzi degli appartamenti più bassi in assoluto: con una media di circa 1.150 €/m², cioè circa il 68% in meno rispetto ai prezzi medi a Firenze e circa il 23% in più rispetto ai prezzi medi a Reggio di Calabria, che hanno, rispettivamente, i prezzi più alti e più bassi in Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Focus Mercato immobiliare a Perugia: il mattone torna a salire, le zone più richieste e quelle più economiche

PerugiaToday è in caricamento