rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Economia Bettona

L'azienda umbra che batte la crisi: fatturato di 26 milioni euro, nuovo maxi investimento

Con un investimento di tre milioni di euro Marcantonini cresce sui mercati internazionali. Fatturato e occupazione in aumento nel 2023

"Velocizzare i tempi di produzione e avere un maggiore controllo sulla qualità del processo e del prodotto": con questo obiettivo l’azienda di Bettona Mct-Marcantonini ha portato a termine un investimento da tre milioni di euro inaugurando nei giorni scorsi l’ampliamento della struttura produttiva alla presenza di numerosi rappresentanti delle istituzioni locali e nazionali, collaboratori e ospiti.

L’azienda, specializzata nella realizzazione di grandi impianti di betonaggio per la produzione di calcestruzzo, è stata fondata nel 1967 da Lamberto Marcantonini ed è oggi amministrata dal figlio Andrea.

“L’obiettivo che ci eravamo dati – ha spiegato Andrea Marcantonini – era quello di realizzare la maggior parte della nostra produzione di carpenteria e semilavorati all’interno dell’azienda. Questo investimento ci ha consentito di acquistare macchinari innovativi e con tecnologie ecosostenibili per ottenere una qualità migliore del prodotto finale e tempi controllabili e certi per le consegne dei materiali utili all’assemblaggio dei nostri impianti”.

All’inaugurazione ha partecipato anche la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei, insieme ad alcuni assessori della Giunta.

“Investimenti come quello di Marcantonini – ha detto la presidente Tesei nel suo intervento - hanno un valore molto importante perché contribuiscono alla crescita del tessuto industriale della nostra regione, all’aumento dell’occupazione e del benessere del territorio. Sono particolarmente contenta che l’azienda abbia potuto beneficiare di un bando regionale il cui fine era proprio quello di sostenere gli investimenti in innovazione e nel miglioramento tecnologico. La nostra Giunta, infatti, è impegnata in un percorso a supporto dell’attività di impresa per accompagnare le aziende umbre nella crescita, creando quelle condizioni abilitanti per lo sviluppo. I risultati ci confortano nel proseguire in questa direzione, molto altro dobbiamo ancora fare e molto altro faremo”.

Nonostante anni difficili legati prima alla pandemia e poi all’aumento dei costi dell’energia e delle materie prime, l’azienda si è consolidata ed è cresciuta. Nel 2022 il fatturato ha superato per la prima volta i 20 milioni di euro, toccando i 26 milioni, e le quote di export restano sopra al 90%, soprattutto nei mercati di Nord America, Australia ed Europa.

Recentemente Mct ha aperto una filiale in Nord Africa che si va ad aggiungere alla filiale USA, MCT Group Inc. in Nevada. Ad oggi i dipendenti sono oltre cento.

“Un risultato – ha sottolineato Andrea Marcantonini - raggiunto anche grazie soprattutto al prezioso lavoro dei nostri collaboratori. Consideriamo, infatti, l'azienda una grande famiglia che crede nel lavoro di squadra, nel valore motivazionale e nel giusto riconoscimento di chi lavora”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'azienda umbra che batte la crisi: fatturato di 26 milioni euro, nuovo maxi investimento

PerugiaToday è in caricamento