Manovra, Della Vecchia: “Le competenze restino alle Province"

Luciano della Vecchia interviene sulla Manovra che è discussa in questi giorni al Parlamento dichiarando che la conferma di cancellare le Province getterà il Paese nel caos

Luciano Della Vecchia

Luciano della Vecchia, componente del Consiglio Direttivo Nazionale dell’UPI (Unione Province Italiane) ha confermato il suo parere negativo sull'attuale Manovra del Governo di centrodestra: “Nella manovra del Governo su cui ieri il Senato ha garantito la sua fiducia, è confermato il disegno di abolire le Province attraverso la loro cancellazione dalla Costituzione e l’assegnazione delle loro competenze alle Regioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa scelta getterà nel caos il Paese - sottolinea Della Vecchia - aprendo la strada alla gestione da parte di agenzie, società ed enti il più delle volte privati di tutte le competenze pubbliche oggi amministrate dalle Province e mettendo in mano così ai consigli di amministrazione, ai dirigenti e ai manager la gestione delle scuole, della formazione professionale, dei trasporti pubblici, del mercato del lavoro, delle strade, della tutela dell’ambiente. A guadagnarci sarebbero coloro che da questa spartizione della democrazia avrebbero le mani libere per lucrare sui servizi essenziali ai cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Le Frecce Tricolori nei cieli di Perugia, domani il grande giorno per ammirare la pattuglia acrobatica

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

Torna su
PerugiaToday è in caricamento