rotate-mobile
Economia

L'Università degli Studi di Perugia tra i migliori datori di lavoro italiani: è nella top 50

L'ateneo perugino al 39° posto su 400: a dirlo è la classifica 'Italy’s best employers 2021', elaborata dalla società indipendente tedesca Statista

L'Univeristà degli Studi di Perugia è al 39esimo posto tra le 400 aziende italiane in cui si lavora meglio. A dirlo è la classifica 'Italy’s best employers 2021' pubblicata recentemente sul Corriere della Sera ed elaborata da Statista, una società indipendente tedesca di elaborazione dati, sviluppata a partire da un set di domande poste a un campione di 12.000 lavoratori (per un totale di oltre 650.000 giudizi espressi). 

“Un risultato incoraggiante - ha dichiarato Maurizio Oliviero, Rettore dell’Università degli Studi di Perugia - soprattutto in virtù dell’attenzione e del grande impegno che l’attuale Governance sta mettendo in campo per l’innalzamento del benessere diffuso della comunità accademica, pur nella difficile situazione sanitaria alla quale, lo dico con gratitudine, l’Ateneo ha saputo reagire con grande spirito di servizio e riscoperto senso di appartenenza. Continueremo a impegnarci per garantire le migliori condizioni di vita possibili, dentro e fuori dalle aule e dagli uffici dell’Università, poiché consideriamo il loro raggiungimento quale elemento fondamentale nella crescita, umana e professionale, della comunità accademica”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Università degli Studi di Perugia tra i migliori datori di lavoro italiani: è nella top 50

PerugiaToday è in caricamento