menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La lotta per le pensioni e per il lavoro dei giovani scende in piazza: la protesta dei sindacati anche a Perugia

Cgil, Cisl e Uil sono scese in piazza oggi in tutta Italia e anche in Umbria per la giornata di mobilitazione in vista della manovra finanziaria di fine anno

Cgil, Cisl e Uil sono scese in piazza oggi in tutta Italia e anche in Umbria per la giornata di mobilitazione in vista della manovra finanziaria di fine anno. Cambiare le pensioni, rimettendo in discussione l’impianto della Fornero, dare lavoro ai giovani, difendere l’occupazione, garantire a tutti una sanità efficiente e rinnovare i contratti, a partire da quelli pubblici: queste le richieste unitarie dei sindacati.

A Perugia e Terni le tre sigle hanno manifestato sotto le prefetture coinvolgendo e informando la cittadinanza sulle proposte di Cgil, Cisl e Uil: congelamento dell’innalzamento automatico dell’età pensionabile legato all’aspettativa di vita, adozione di un meccanismo che consenta di costruire pensioni dignitose per i giovani con carriere discontinue, riduzione dei requisiti contributivi per l’accesso alla pensione delle donne con figli o impegnate in lavori di cura, adeguamento delle pensioni attuali.

I sindacati, infine, chiedono più risorse per l’occupazione dei giovani e per gli ammortizzatori sociali, la piena copertura finanziaria per il rinnovo e la rapida e positiva conclusione dei contratti del pubblico impiego, lo stanziamento di risorse aggiuntive per la sanità e il finanziamento adeguato per la non autosufficienza. Sia a Terni che a Perugia delegazioni dei tre sindacati sono state ricevute dai prefetti ai quali hanno consegnato le richieste alla base della mobilitazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento