Fare impresa puntando sulla gentilezza, la nuova filosofia delle “Kind Company” per dare valore anche agli incontri di lavoro

Nasce l’Osservatorio delle Imprese 2020: consapevolezza che soltanto attraverso l’esperienza di un passato concreto, adottando il buonsenso e la gentilezza, possa erigersi un futuro solido

L’Umbria ha lunga tradizione imprenditoriale che coniuga sviluppo economico e territorio. L’Osservatorio delle Imprese 2020, studio condotto da Acacia Group, ha la finalità di divulgare le analisi e i dettagli sulle principali 1500 società umbre con i ‘numeri’ più significativi, oltre a raccontare le esperienze di istituzioni, imprenditori e professionisti che contribuiscono a un futuro migliore.

“La crisi economica ha stretto in una morsa su tutto il Paese – ci spiega Francesco Pace, fondatore e amministratore di Acacia Group - colpendo in modo particolare il settore delle aziende. Molti sono però gli imprenditori che hanno trovato il coraggio di non arrendersi, di reinventarsi e con determinazione di investire nel nostro territorio. Far conoscere le loro storie e i numeri delle loro aziende è una testimonianza importante, soprattutto per i giovani, ai quali troppo spesso vengono tolti sogni e ambizioni”.

Per avvicinare i giovani a questi temi è nata la rubrica “Detto Tra Noi”, ideata in collaborazione con Matteo Giambartolomei e Simone Tomassini; un’iniziativa con la quale “stiamo perseguendo questo obbiettivo promuovendo la bellezza, i valori, il buonsenso civico e le testimonianze di chi contribuisce a costruire un futuro migliore soprattutto per i giovani – continua Francesco Pace – Il 2020 è per noi anche una nuova sfida. Vogliamo che la nostra azienda sia identificata come una ‘Kind Company’, che si impegnerà a portare avanti anche una filosofia nuova del fare impresa puntando sulla gentilezza”.

C’è chi è gentile per educazione e ostenta buone maniere, c’è chi lo è per convenienza e vede nella gentilezza il modo più rapido per ottenere qualcosa. Spesso, a causa dello stress e della fretta, si è troppo diretti e si bypassano i convenevoli riducendo ogni rapporto a un semplice scambio.

“Purtroppo così facendo si perde il contatto con elementi importanti della nostra esistenza: gli altri, l’ambiente che ci circonda e noi stessi – dice Pace - Gentilezza vuol dire mostrare attenzione e rispetto verso ciò che conta, significa trattarsi con amore, intrecciare relazioni serene, generare l’empatia e dare valore anche agli incontri di lavoro. Come azienda ci impegneremo ad essere più gentili, semplici e spontanei, sperando di poter contaminare e innescare una ‘rivoluzione gentile’ per tutti. Siamo già alla ricerca delle ‘Kind Company”’della nostra regione… nel corso del 2020 scopriremo insieme chi sono. Ecco da dove nasce l’Osservatorio delle Imprese 2020: dalla consapevolezza che soltanto attraverso l’esperienza di un passato concreto, adottando il buonsenso e la gentilezza, possa erigersi un futuro solido”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • L'azienda umbra che batte la crisi: Molini Popolari Riuniti, il fatturato tocca i 67,5 milioni di euro

Torna su
PerugiaToday è in caricamento