menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La curiosità | In Normandia si vendemmiano le viti donate dal Comune di Torgiano

Nuove iniziative, a distanza, per rendere sempre più dinamico e attivo il gemellaggio fra la città di Torgiano

A rinsaldare, in quest'ultimo periodo, l'Unione fra il Comune di Torgiano e i Comuni della Normandia aderenti all'associazione «Europe Echanges» (unione di Comuni francesi a Nord di Rouen) sono stati la mostra fotografica «Riflessi e Luci» della Ghilde dei fotografi Europe Echanges, alla Chapelle du Carmel, à Bois-Guillaum; uno scambio di fotografie scattate durante il lockdown fra gli studenti della scuola secondaria di primo grado di Torgiano e i loro colleghi francesi; e il buon vino, con la vendemmia realizzata dai francesi con le viti donate dalla città di Torgiano.

“Le distanze e il Covid – affermano il sindaco Eridano Liberti e l’assessore alla Cultura, Elena Falaschi – non fermano i gemellaggi che non sono solo sulla carta, ma sono concreti, dinamici e attivi, come attestano questi tre distinti eventi. Sono legami di amicizia che, nonostante la lontananza, si rinsaldano, di anno in anno, anche attraverso iniziative e progetti; sono scambi culturali ed economici, di buone pratiche; sono riflessi e luci di mondi e realtà diversi che si incontrano e che danno vita a un’unica grande comunità, pur diversa nelle sue sfumature».

Per il Comune di Torgiano, “questi legami sono significativi anche per i giovani che possono così avere una visione concreta dell’Europa. Una Unione che deve nutrirsi di esperienze per sviluppare un terreno sempre più fertile di vera cittadinanza europea”. Intanto, è tempo di vendemmia anche in Normandia, nei Comuni dell'Unione gemellati, dove c'è un pezzo di Torgiano, della sua storia e identità: anni addietro, infatti, l’Amministrazione comunale aveva donato delle viti, le stesse che oggi stanno vendemmiando, come attestano le fotografie inviate al Comune, in segno di amicizia e di gratitudine.

“E’ stata una scommessa vinta – afferma il vicesindaco Attilio Persia – quando anni fa decidemmo di donare delle viti a questi Comuni della Normandia, una regione non vocata al vino.  Pensai a quali varietà potessero attecchire in quei territori e scelsi, anche nella mia qualità di agronomo, le varietà Pecorino e Passerina. Oggi, vediamo i frutti di quella scelta. Ne siamo orgogliosi, perché ora Torgiano e i Comuni dell'Unione hanno un legame di vino!”.

Quanto alla mostra – che secondo gli organizzatori ha avuto grande successo - hanno aderito, attraverso l’Amministrazione comunale, anche fotografi di Torgiano, fra cui Claudio Baccarelli: “Io e i miei colleghi abbiamo inviato – racconta il fotografo Baccarelli – una serie di scatti, circa una decina, sul tema dei riflessi e della luce. Dagli organizzatori dell’evento abbiamo appreso che la mostra è stata molto apprezzata e che si stava pensando alla possibilità di farla diventare itinerante, ma a causa del Covid questa ipotesi, al momento, è ferma. Inoltre, se dovessero esserci le condizioni, non è esclusa la possibilità di realizzare un catalogo”.

Gli studenti di Torgiano, invece, guidati dalla dirigente scolastica Silvia Mazzoni e dai loro docenti, hanno inviato agli studenti delle città francesi gemellate le fotografie da loro scattate durante il lockdown e ora sono in attesa di ricevere le loro: “E’ un modo per documentare le sensazioni dei nostri giovani – affermano sindaco e assessore – durante uno dei periodi più complessi e negativi della loro esistenza, per mettere a confronto emozioni e reazioni rispetto a una stessa problematica”. Un plauso agli studenti arriva anche dalla dirigente: “Hanno raccontato con le loro fotografie il lockdown, intrecciando competenze artistiche, tecniche e linguistiche”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento