menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Umbria come Lombardia sui contagi. Confesercenti: "Dato stravagante penalizzerà le imprese turistiche umbre"

Risposta dalle realtà umbre che rappresentano le attività turistiche regionali sulla diffusione di dati fuorvianti rispetto all'effettivo numero della pandemia in Umbria: "Si faccia chiarezza"

Anche Assoturismo Confesercenti Umbria entra in campo per commentare l’incredibile dato diffuso dagli esperti dell’ISS sulla presunta pericolosità dell’Umbria sul contagio da Covid 19. “Decontestualizzare le percentuali – si legge nella nota – può essere pernicioso”.

Afferma Matteo Fortunati, Presidente di Assoturismo “E’ successo questo: il dato dell'Rt (che descrive il tasso di contagiosità dopo l’applicazione delle misure atte a contenere il diffondersi della malattia) si calcola come differenziale sulla base del numero dei contagi dei giorni precedenti. La grave ‘colpa’ dell'Umbria è di essere stata a contagio praticamente nullo già dai primi giorni di Aprile e con un indice bassissimo. L’anomalia di questo stravagante dato è dovuta al nuovo focolaio del Comune di Giove, che con quasi 9/10 positivi al giorno  per un totale di 20 nuovi contagi hanno fatto schizzare la percentuale verso l’alto. Di contro, la Lombardia scendeva da oltre 1500 positivi/giorno a 1000 nella settimana del report, e paradossalmente questo corrispondeva a un Rt molto basso. Da qui i valori apparentemente paradossali dell'Rt, con percentuali elevate per l’Umbria ma numeri infinitesimale passando da 1 al giorno a 9/10… contro i 1000".

Preoccupato per le conseguenze di questa falsa notizia è anche il il Presidente di Confesercenti Umbria Giuliano Granocchia, che vede in questa situazione una grave penalizzazione per le imprese turistiche umbre, già provate dalla crisi economica. Afferma poi Granocchia: “Siamo pienamente d’accordo come Confesercenti Umbria con la governatrice Donatella Tesei di chiedere spiegazioni ed approfondire le motivazioni di questa cosa grossolana ed eventualmente chiedere le responsabilità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento