Appalto rifiuti, i dipendenti dell'Esa di Gualdo a rischio taglio? "No, il bando parla chiaro sulle tutele"

Il paventato rischio sollevato dall'opposizione di centrodestra che aveva analizzato il bando futuro per l'appalto del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti

"Ci preme di chiarire che il personale di Esa, sia quello diretto che quello con contratto interinale attraverso la cooperativa: nessuno rischia niente". Parola del maggiore partito di maggioranza, il Pd, che appoggia la Giunta del sindaco Massimiliano Presciutti dopo il paventato rischio dell'opposizione di centrodestra che aveva analizzato il bando futuro per l'appalto del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti in città. Per il Partito Democratico i fatti non stanno cosi.

“L’aggiudicatario è tenuto ad ottemperare a quanto previsto dall’art. 202, comma 6 del D.Lgs. 152/2006 in relazione al passaggio del personale impiegato nel servizio di gestione dei rifiuti urbani dell’A.T.I. n. 1 dell’Umbria.6” si legge nel bando. Articolo 202 che così recita: Il personale che, alla data del 31 dicembre 2005 o comunque otto mesi prima dell'affidamento del servizio, appartenga alle amministrazioni comunali, alle aziende ex municipalizzate o consortili e alle imprese private, anche cooperative, che operano nel settore dei servizi comunali per la gestione dei rifiuti sarà soggetto, ferma restando la risoluzione del rapporto di lavoro, al passaggio diretto ed immediato al nuovo gestore del servizio integrato dei rifiuti, con la salvaguardia delle condizioni contrattuali, collettive e individuali, in atto". 

Tutele previste anche nel caso di passaggio di dipendenti di enti pubblici e di ex aziende municipalizzate o consortili e di imprese private, anche cooperative, "al gestore del servizio integrato dei rifiuti urbani, si applica, ai sensi dell'articolo 31 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, la disciplina del trasferimento del ramo di azienda di cui all'articolo 2112 del codice civile”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Come si può capire - ha concluso il Pd - il personale della ESA è tutelato in ogni caso, sia che la stessa continui a svolgere il servizio di raccolta e smaltimento, sia che lo stesso passi al nuovo gestore unico, chiunque esso sia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Vincita da 1 milione al Gratta & Vinci. Gli appassionati della Smorfia ne ricavano 5 numeri per sbancare il lotto

  • Magione, estate al Laguna Park: una vera "Trasimenide" all'insegna di relax, natura e divertimento

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino dell'8 agosto: dieci nuovi positivi

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 9 agosto: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 6 agosto: altri tre positivi, aumentano i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento