Giovedì, 24 Giugno 2021
Economia

Coronavirus, Gruppo Grifo non si tira indietro: prodotti ai poveri dell'Umbria e macchinari agli ospedali

E sul versante economico: "Agli allevatori un milione di euro di conguaglio sul prezzo del latte conferito l’anno scorso”

Il gruppo Grifo, da sempre simbolo dei prodotti made in Umbria, grazie ad un bilancio 2019 positivo, ha preso importanti decisioni sia economiche che solidali per rlanciare il territorio e aiutare chi sta in difficoltà a causa del coronavirus. Il presidente Catanossi ha garantito che tutto il Gruppo contribuirà, insieme alle altre cooperative del territorio, ad acquistare respiratori polmonari da terapia intensiva da destinare agli ospedali. Inoltre saranno messi a disposizione delle famiglie in difficoltà alcuni prodotti di prima necessità attraverso le organizzazioni di assistenza agli indigenti. Infine sono stati devoluti i gettoni di presenza del Cda per l'emergenza sanitaria.

Sul fronte economico il Consiglio ha preso in esame il bilancio dell’anno 2019 in vista della prossima assemblea che si terrà appena le condizioni sanitarie lo renderanno possibile. “Un bilancio – ha spiegato il presidente Carlo Catanossi – che testimonia la crescita della cooperativa e l’impegno profuso per lo sviluppo delle aziende dei soci allevatori e per tutti coloro che lavorano con il Gruppo. Il bilancio permette di sostenere gli allevamenti umbri con un conguaglio sul prezzo del latte bovino e ovino conferito lo scorso anno che supera il milione di euro e che darà un’importante boccata di ossigeno garantendo reddito e liquidità alle imprese. Nello stesso tempo l’azienda provvederà ad erogare il premio di produzione a tutto il personale dando seguito al contratto integrativo stipulato con le rappresentanze dei lavoratori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Gruppo Grifo non si tira indietro: prodotti ai poveri dell'Umbria e macchinari agli ospedali

PerugiaToday è in caricamento