menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nomine & Poltrone - Gepafin approva il bilancio, ecco il nuovo consiglio d'amministrazione

Si è riunita l’assemblea annuale dei soci pubblici e privati di Gepafin che ha approvato il bilancio d’esercizio 2016 della società finanziaria umbra e rinnovato il suo consiglio d’amministrazione. La Regione Umbria, che detiene il 54 per cento delle quote di partecipazione, ha riconfermato alla Presidenza Salvatore Santucci, mentre i soci bancari hanno nominato Pietro Buzzi quale vicepresidente. Riconfermati consiglieri anche Danila Bizzarri, Maria Bruna Fabbri e Carmelo Campagna. All’assemblea hanno preso parte, per la Regione Umbria, l’assessore Antonio Bartolini e i dirigenti Luigi Rossetti e Franco Billi e, per la parte privata, i rappresentanti di gran parte delle banche socie di Gepafin: Intesa Sanpaolo, Banca popolare di Spoleto, Unicredit, Bcc Umbria, Bcc di Spello e Bettona, Banca Nazionale del lavoro, Cassa di risparmio di Orvieto, Monte dei Paschi di Siena e Sinloc. Era presente anche il direttore di Gepafin Marco Tili.

“Gepafin – ha commentato a caldo Santucci –, con la sua matrice di società mista, partecipata dal pubblico e dalle banche del territorio, con le infrastrutture e le relazioni costruite, costituisce un importante asset della nostra regione, è un tavolo privilegiato a supporto del rafforzamento e della qualificazione del sistema imprenditoriale regionale. La professionalità del Cda, del personale e i modelli organizzativi adottati sono coerenti con le esigenze di iscrizione all’Albo degli intermediari vigilati da Banca d’Italia, ma processi di miglioramento ed efficientamento della struttura sono ulteriormente praticabili in un’ottica di necessario potenziamento dell’operatività a favore delle imprese umbre”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento