rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Economia

Gastronomia umbra, c'è la cassa integrazione e un possibile compratore

Greco (Flai): "Garantire i posti di lavoro e il reddito dei lavoratori, insieme a prospettive certe di rilancio"

Ossigeno per i lavoratori della Gastronomia Umbra dopo giorni di alta tensione. I sindacati annunciano "primi passi avanti per la vertenza Gastronomia Umbra: nel corso dell’incontro di questa mattina in prefettura a Perugia, al quale hanno partecipato lavoratori, sindacato e azienda, è infatti arrivata la conferma dell’attivazione della cassa integrazione, che consentirà ai lavoratori di avere un po’ di respiro da un punto di vista economico".

E non è finita qui. "E' stata ufficializzata la presenza di un soggetto interessato all’acquisto di Gastronomia Umbra", scrive la Cgil. Si apre dunque un tavolo di trattativa e di conseguenza è sospeso lo stato di agitazione.

"Da parte nostra le condizioni poste sono molto semplici - ha spiegato dopo l’incontro Michele Greco, segretario generale della Flai Cgil dell’Umbria - garantire i posti di lavoro e il reddito dei lavoratori, insieme a prospettive certe di rilancio. Elementi che al momento non siamo in grado di valutare e sui quali avvieremo un confronto con i soggetti interessati a subentrare, come peraltro richiesto dallo stesso prefetto". E ancora: "Il 3 giugno saremo in assemblea con i lavoratori - ha concluso Greco - e lì decideremo la posizione comune da portare al tavolo, per poi tornare a fine trattativa in prefettura e valutare l’esito del confronto".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gastronomia umbra, c'è la cassa integrazione e un possibile compratore

PerugiaToday è in caricamento