rotate-mobile
Economia

Crisi da coronavirus, aiuti alle aziende dell'Umbria: ecco il fondo 'Double'

Il fondo sarà gestito dal RTI UmbriaInnova e ha una dotazione di 2 milioni di euro. Gli intermediari finanziari vigilati possono presentare entro il 19 febbraio la manifestazione d’interesse

Aiuti alle imprese dell'Umbria colpite dalla crisi da coronavirus. Nella giornata di mercoledì 9 febbraio è stato pubblicato nel BUR Umbria "un avviso che invita gli intermediari finanziari vigilati a presentare, entro il prossimo 19 febbraio, la propria manifestazione d’interesse all’iniziativa regionale Double".

Il Fondo Double "è stato istituito dalla Regione Umbria in considerazione delle rilevanti difficoltà di ordine economico e finanziario provocate all’intero tessuto produttivo regionale dall’emergenza sanitaria causata dal Covid-19".

Il Fondo, che sarà gestito dal RTI UmbriaInnova, ha una dotazione di 2 milioni di euro ed è destinato "alla concessione di finanziamenti a tasso fisso dello 0,5% alle Micro e Piccole Imprese. I finanziamenti pubblici saranno erogati contestualmente a finanziamenti privati di uguale importo, a cui sarà applicato un tasso di interesse pari all’Euribor più uno spread massimo del 3,75%". 

Aiuti alle imprese, il fondo 'Double' della Regione Umbria 

Il fondo è stato approvato il 26 gennaio dalla giunta della Regione Umbria, su proposta dell'assessore Fioroni. La misura, spiega una nota della Regione Umbria, "prevede un contributo doppio: infatti, a fronte del finanziamento elargito dalla società regionale Gepafin, è previsto il raddoppio dello stesso grazie al contributo dei privati, di pari importo".

“Il Fondo – spiega l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Umbria, Michele Fioroni – avrà una dotazione finanziaria di 2 milioni di euro, che arriverà dunque fino a 4 milioni di euro e sarà rivolto alle micro e piccole imprese. Saranno erogati prestiti a tasso agevolato da un minimo di 25.000 euro ad un massimo di 50.000 euro, con pre ammortamento ad un anno. Una misura – spiega - che sarà indirizzata agli investimenti, ma anche al capitale circolante e alla ristrutturazione del debito”. E ancora: “Un aiuto concreto - conclude l’assessore Fioroni - rivolto soprattutto alle micro e piccole imprese, che sono tra le più colpite dalla crisi economica derivante dalla pandemia e che devono dunque essere sostenute in quanto motore del nostro tessuto imprenditoriale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi da coronavirus, aiuti alle aziende dell'Umbria: ecco il fondo 'Double'

PerugiaToday è in caricamento