Giovedì, 13 Maggio 2021
Economia

L'Olio umbro conquista la casa del cibo Italiano Fico Eataly World: prima la molitura e poi l'assaggio

Nella due giorni a “Fico” è stato poi allestito un mercato dei prodotti Umbri a cui hanno potuto partecipare aziende agricole umbre

Grande interesse di pubblico sta suscitando l’anteprima di “Frantoi Aperti in Umbria” in corso questo fine settimana, sabato 20 e domenica 21 ottobre, presso Fico Eataly World di Bologna, il parco del cibo più grande al mondo. Frantoi Aperti, che si terrà in Umbria dal 1° al 25 novembre 2018, giunto alla XXI edizione, mette al centro dei riflettori l’Umbria rurale, i borghi ad alta vocazione olivicola, i produttori di olio e l’Olio Extravergine di Oliva Dop Umbria, proprio nel periodo della frangitura delle olive.

L’anteprima organizzata dall’Associazione Strada dell’olio extravergine di oliva Dop Umbria inaugura la collaborazione tra il Coordinamento nazionale delle Strade del Vino dell’Olio e dei Sapori d’Italia di cui Paolo Morbidoni è portavoce e Fico Eataly World che ne è la sede simbolica.“Portare l’esperienza dell’olio in luoghi inconsueti è fondamentale per intercettare nuovi turisti" ha spiegato Morbidoni "Soprattutto quelli che hanno ormai assimilato l’idea del prodotto di territorio come motivazione di un viaggio. Per questo crediamo che il profilo del visitatore di un “parco del cibo” come Fico sia interessante per noi. La partecipazione di questi due giorni ci ha confermato l’impressione.”

Durante questi due giorni di anteprima, nel Frantoio di Fico, e grazie alla collaborazione del Frantoio oleario Eredi Gradassi di Campello sul Clitunno, è in corso la molitura di olive Umbre di varietà Moraiolo, è stato quindi estratto il primo Olio extravergine di Oliva poi degustato sotto la guida esperta dell’assaggiatore Giulio Scatolini. Durante l’assaggio sono anche stati messi a confronto oli umbri di diversi Frantoio che partecipano a Frantoi Aperti e oli liguri. Il Frantoio Roi è, infatti, un’azienda ligure, ma ha un suo spazio all’interno del parco di Fico, per questa ragione oltre alle olive di moraiolo, sono state molite olive di varietà taggiasca la tipica cultivar del Ponente ligure.

Oltre alla degustazione guidata non poteva mancare la bruschetta con l’olio nuovo appena franto e l’abbinamento dell’olio nuovo alle lenticchie di Castelluccio di Norcia. Nella due giorni a “Fico” è stato poi allestito un mercato dei prodotti Umbri a cui hanno potuto partecipare aziende agricole umbre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Olio umbro conquista la casa del cibo Italiano Fico Eataly World: prima la molitura e poi l'assaggio

PerugiaToday è in caricamento