menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pozzi per attingimenti per le acque minerali: presunte gravi irregolarità sulla Gola della Rocchetta, tutto sequestrato

Il Magistrato Antonio Perinelli ha accolto esposto del Presidente del WWF Sauro Presenzini e all’Avvocato Valeria Passeri. Comunanza Agraria: "Troppe irregolarità" .

Una intera area della Gola della Rocchetta (appennino gualdese) è stata posta sotto sequestro dal Tribunale di Roma sezione usi civici. Motivo: presunte anomalie a riguardo delle concessione edilizie relative ai pozzi di prelievo per la commercializzazioni di acqua minerale.  Il tutto è nato dall’esposto presentato nel 2017 dall’associazione WWF. L'atto è stato notificato questa mattina ai soggetti interessati, il Comune di Gualdo Tadino, la Comunanza Agraria Appennino Gualdese, la Regione dell’Umbria, l’azienda Rocchetta spa.

Il giudice ha ordinato il sequestro giudiziario dei terreni iscritti al catasto al foglio 44, 45,68, 70, ricadenti nell’area della Gola della Rocchetta: tutto è stato affidato alla custodia temporanea dei beni sequestrati alla presidente della Regione Umbria. Una copia del sequestro, con le relative argomentazioni, sarà trasmessa alla Procura della Corte dei Conti e all’Autorità nazionale anticorruzione. Il sequestro è temporaneo, in attesa dell’udienza fissata per il 12 febbraio 2018.  

WWF: "Ecco le irregolarità e le interpretazioni fantasiose: danno erariale"

LA COMUNANZA AGRARIA - "Il giudice ha dovuto ordinare l’immediato sequestro dei terreni della concessione Rocchetta, in particolare di quelli relativi ai pozzi R1,R2, R3, R4 ed R5 ed alle condutture, con relativa segnalazione alla Corte dei Conti ed alla Autorità Nazionale Anticorruzione a causa dei profili di danni erariali ed il mancato rispetto delle procedure di evidenza pubblica. Va sottolineato che tale atto è stato ritenuto dal giudice l’unico possibile al momento a causa di ciò che che per troppi anni è stato concesso nell’illegalità. Pur condividendo le battaglie per la tutela e l’incremento dei posti di lavoro, la Comunanza dell’Appennino Gualdese ribadisce che queste non possono essere combattute in deroga alla legge che protegge e salvaguarda il bene dell’intera cittadinanza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento