menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nomine & Poltrone - Confindustria, tre nuovi presidenti alla guida dei settori fondamentali della nostra economia

Confindustria Umbria: rinnovo delle cariche per le sezioni Meccanica, Abbigliamento e Chimica. Tre nuovi presidenti in carica

Tre nuovi presidenti alla guida di altrettanti comparti trainanti dell’economia regionale: meccanica abbigliamento e chimica. Gianluigi Angelantoni, presidente e del Gruppo Angelantoni Industrie di Massa Martana guiderà la sezione Meccanica: 204 imprese associate che operano nel comparto della metalmeccanica e della installazione di impianti con oltre 12 mila 500 occupati. Vicepresidente sarà Andrea Fioretti della Officine di Trevi.

Massimiliano Bagnolo è stato eletto presidente della sezione Abbigliamento che conta 40 aziende associate, tra le più strutturate del comparto, e quasi 3mila addetti. Bagnolo è Business Development Director per l’area Sud Europea di Pentland, il gruppo inglese che nel 1993 ha acquisito il marchio Ellesse con la società Ellesse International Spa, di cui Bagnolo è procuratore speciale. Vicepresidente sarà Leonardo Mazzocchio, dell’azienda tessile A.B. Creazioni di Foligno.

A presiedere la sezione della Chimica e Plastica sarà Alessandro Campanile di Saci Industrie di Perugia leader nella produzione di detersivi domestici e partner di importanti catene italiane ed estere della grande distribuzione. Vicepresidente della sezione, che annovera oltre 40 aziende con 1900 dipendenti, sarà Marco Centinari di Ceplast, una delle più importanti aziende in Italia nella produzione di imballaggi biodegradabili e compostabili.

“L’esperienza e le capacità di questi imprenditori che hanno deciso di impegnarsi nella vita associativa è un segnale molto importante – ha sottolineato il presidente di Confindustria Umbria Antonio Alunni - e testimonia la convinzione che lavorare insieme su temi comuni e confrontarsi alla ricerca di soluzioni, rappresenta un arricchimento professionale e personale.  In Umbria possiamo contare su realtà imprenditoriali straordinarie che contribuiscono a far crescere il territorio. Dobbiamo lavorare per la crescita del know how e il rafforzamento del nostro tessuto industriale in termini di competenze e di visione. Si vince con la crescita che significa innovazione, competizione e capacità di interpretare il cambiamento”.

“Abbiamo ben chiari - ha sottolineato Gianluigi Angelantoni in occasione dell’assemblea della Meccanica ospitata nella biblioteca di Acciai Speciali Terni - quali siano gli ambiti in cui poter incidere concretamente per migliorare la competitività, per creare sviluppo e per rendere più solido il legame tra le imprese e il territorio. Intendiamo – ha aggiunto - consolidare il rapporto con Its Umbria Academy, l’accademia di alta formazione post diploma, migliorare i rapporti con l’Università e con le realtà scientifiche e tecnologiche del territorio cooperando sulla didattica e intensificando il trasferimento tecnologico per una sempre più stretta integrazione tra cultura e impresa”.

La formazione intesa come creazione del valore che incide sulla competitività a breve e a lungo termine, è il tasto su cui ha insistito anche il presidente della sezione Abbigliamento Massimiliano Bagnolo. “Ci sono temi su cui dovremo essere sempre più incisivi - ha sostenuto - Le grandi aziende crescono sulla base di valori chiari, ben identificati ma soprattutto condivisi. Lo stesso dobbiamo fare noi: articolare un programma su pochi punti ma capaci di creare valore a partire dalla messa a fattor comune delle competenze di cui siamo portatori. Si tratta per me di un’esperienza nuova che sono felice di poter condividere con i colleghi del consiglio direttivo”.

“Intendo proseguire nel percorso tracciato da chi mi ha preceduto – ha rimarcato Alessandro Campanile, presidente della sezione Chimica - caratterizzato dal consolidamento della capacità produttiva esistente, alla quale si è affiancata un’importante opera di sostegno all’innovazione ed agli investimenti nel senso della sostenibilità ambientale e della digitalizzazione dei processi produttivi. Parimenti, riprenderemo e rafforzeremo il filone della formazione. Infine, per favorire una più approfondita conoscenza reciproca ritengo possa essere una buona prassi ospitare le riunioni della sezione all’interno delle nostre aziende”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento