rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Economia

'Spighe Verdi' per Montefalco e Todi: i due comuni umbri tra le eccellenze rurali

Gestione virtuosa del territorio: la città del Sagrantino ottiene il riconoscimento di Confagricoltura e Fee Italia per il quinto anno di fila, prima volta invece per quella di Jacopone

Se quella di Montefalco è un'ennesima riconferma, per Todi è un 'exploit'. Sono questi i due comuni umbri capaci di conquistare il titolo 'Spighe Verdi', certificazione assegnata da Confagricoltura e Fee Italia ai comuni rurali che attivano strategie di gestione del territorio in un percorso virtuoso che giovi all’ambiente e alla qualità della vita dell’intera comunità.

Soddisfazione per il risultato ottenuto dal comune del Sagrantino (quinto anno di fila) e dalla città di Jacopone (alla sua prima volta) nelle parole di Fabio Rossi: “Educazione ambientale e sviluppo sostenibile, un connubio necessario per salvaguardare l'integrità e l’economia dei territori” - ha dichiarato il presidente di Confagricoltura Umbria -. La nostra associazione, infatti, è fermamente impegnata a valorizzare e diffondere la conoscenza delle buone pratiche di sostenibilità ambientale, economica e sociale. Ci congratuliamo dunque con i Comuni di Montefalco e Todi che, interagendo con il tessuto sociale costituito da comunità e imprese, specialmente quelle agricole, hanno ottenuto questo importante riconoscimento”.

Per portare i Comuni rurali alla graduale adozione dello schema 'Spighe Verdi', Fee Italia ha condiviso con Confagricoltura un set di indicatori in grado di fotografare le politiche di gestione del territorio e indirizzarle verso criteri di massima attenzione alla sostenibilità. Alcuni indicatori presi in considerazione sono stati: la partecipazione pubblica; l’educazione allo sviluppo sostenibile; il corretto uso del suolo; la presenza di produzioni agricole tipiche, la sostenibilità e l’innovazione in agricoltura; la qualità dell’offerta turistica; l’esistenza e il grado di funzionalità degli impianti di depurazione; la gestione dei rifiuti con particolare riguardo alla raccolta differenziata; la valorizzazione delle aree naturalistiche eventualmente presenti sul territorio e del paesaggio; la cura dell’arredo urbano; l’accessibilità per tutti senza limitazioni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Spighe Verdi' per Montefalco e Todi: i due comuni umbri tra le eccellenze rurali

PerugiaToday è in caricamento