menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Spighe Verdi' per Montefalco e Todi: i due comuni umbri tra le eccellenze rurali

Gestione virtuosa del territorio: la città del Sagrantino ottiene il riconoscimento di Confagricoltura e Fee Italia per il quinto anno di fila, prima volta invece per quella di Jacopone

Se quella di Montefalco è un'ennesima riconferma, per Todi è un 'exploit'. Sono questi i due comuni umbri capaci di conquistare il titolo 'Spighe Verdi', certificazione assegnata da Confagricoltura e Fee Italia ai comuni rurali che attivano strategie di gestione del territorio in un percorso virtuoso che giovi all’ambiente e alla qualità della vita dell’intera comunità.

Soddisfazione per il risultato ottenuto dal comune del Sagrantino (quinto anno di fila) e dalla città di Jacopone (alla sua prima volta) nelle parole di Fabio Rossi: “Educazione ambientale e sviluppo sostenibile, un connubio necessario per salvaguardare l'integrità e l’economia dei territori” - ha dichiarato il presidente di Confagricoltura Umbria -. La nostra associazione, infatti, è fermamente impegnata a valorizzare e diffondere la conoscenza delle buone pratiche di sostenibilità ambientale, economica e sociale. Ci congratuliamo dunque con i Comuni di Montefalco e Todi che, interagendo con il tessuto sociale costituito da comunità e imprese, specialmente quelle agricole, hanno ottenuto questo importante riconoscimento”.

Per portare i Comuni rurali alla graduale adozione dello schema 'Spighe Verdi', Fee Italia ha condiviso con Confagricoltura un set di indicatori in grado di fotografare le politiche di gestione del territorio e indirizzarle verso criteri di massima attenzione alla sostenibilità. Alcuni indicatori presi in considerazione sono stati: la partecipazione pubblica; l’educazione allo sviluppo sostenibile; il corretto uso del suolo; la presenza di produzioni agricole tipiche, la sostenibilità e l’innovazione in agricoltura; la qualità dell’offerta turistica; l’esistenza e il grado di funzionalità degli impianti di depurazione; la gestione dei rifiuti con particolare riguardo alla raccolta differenziata; la valorizzazione delle aree naturalistiche eventualmente presenti sul territorio e del paesaggio; la cura dell’arredo urbano; l’accessibilità per tutti senza limitazioni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento