menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I dipendenti pubblici annunciano lo sciopero generale per venerdì

Il sindacato dei dipendenti pubblici ha proclamato lo sciopero generale per tutti i dipendenti pubblici per protestare contro la manovra finanziaria all'esame della Camera

L'organizzazione sindacale, Usb Pi ha proclamato per venerdì 15 luglio lo sciopero generale di tutti i dipendenti e dirigenti per protestare contro la finanziaria all'esame della Camera dei deputati tra pochi giorni e che potrebbe portare nuove limitazioni al settore del pubblico impiego.

Lo sciopero, come spiegano le motivazioni dell'Unione Sindacale di Base Pubblico Impiego, è stato indetto contro una manovra che: “taglia il salario, blocca per un altro triennio il contratto, licenzia i precari e reitera il blocco ormai ventennale delle assunzioni. Lavoratori pubblici che con il mancato rinnovo del contratto 2010-2012 hanno già pagato 6,3 miliardi di euro, ai quali ora si vorrebbe far sborsare, con il congelamento degli stipendi fino al 2014, altri 2,5 miliardi, che diventerebbero 6,5 se, come annunciano autorevoli giornali economici, il blocco verrà reiterato anche per il triennio 2015-2017".

Il blocco delle attività lavorative dovrebbe comunque arrivare nelle ultime due ore di ogni turno per il personale degli enti locali e nell'ultima ora, per il personale del settore scolastico-educativo.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento